menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, Conte annuncia nuovo stop su tutto il territorio nazionale

Chiusa ogni attività produttiva non necessaria. Così ha fatto sapere il presidente del Consiglio durante un discorso alla nazione in diretta streaming questa sera

Nuova stretta annunciata stasera dal Premier Giuseppe Conte per far fronte all’emergenza coronavirus in Italia.Arriva lo stop a tutte le attività produttive non strettamente essenziali sull’intero territorio nazionale.

Chiusa ogni attività produttiva non "necessaria, cruciale, indispensabile a garantirci beni e servizi essenziali": l’annuncio è arrivato attraverso una conferenza in streaming al termine di una riunione che il presidente del Consiglio ha tenuto con i capi delegazioni dei partiti della maggioranza di governo.

I nuovi provvedimenti annunciati da Conte 

“Sono giorni durissimi, immagini che ci feriscono - ha osservato il Premier -La morte di tanti concittadini è un dolore che si rinnova , per i nostri valori non sono semplici numeri. Le misure adottate richiedono tempo prima che possano dare effetti . Sono misure severe , ne sono consapevole, ma dobbiamo resistere. Solo così ci tuteleremo...il nostro sacrificio di restare a casa è minimo però se paragonato a quello -ad esempio -di medici, infermieri, forze armate, farmacisti, commessi , persone impegnate nei servizi di informazione  ... “.

Cosi il prologo di Conte prima di annunciare la chiusura - in tutta Italia - ogni attività produttiva non strettamene necessaria a garantire bene e servizi essenziali . Naturalmente restano aperti i supermercati - ha sottolineato ancora una volta il premier - così come saranno assicurati i servizi bancari, postali, finanziari. Aperte farmacie, parafarmacie. Garabtiti trasporti e tutte le attività connesse a quelle essenziali. “ Al di fuori delle attività essenziali- ha specificato il Premier-  consentiremo solo il lavoro in smart working e le attività produttive ritenute comunque rilevanti per la produzione nazionale”.

Insomma, “Rallentiamo ma non fermiamo il motore produttivo del Paese, decisione necessaria per poter contenere quanto più possibile la diffusione del coronavirus”, ha sottolineato Conte, chiosando ancora una volta con lo slogan: “uniti ce la faremo “.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento