menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fiera, revocati i domiciliari per il Direttore generale Bruzzone

"Sono felice che si sia chiarita la mia posizione. Non avevo particolari dubbi, ma prima si chiarivano le cose meglio era". Così il manager. Il suo legale: "Riconosciuta validità dei chiarimenti forniti"

La revoca degli arresti domiciliari per il direttore generale della Fiera di Bologna Antonio Bruzzone "è stata piena e incondizionata". Questo il secco commento del legale di Bruzzone Luigi Stortoni, secondo cui il gip di Torino "ha riconosciuto la validità dei chiarimenti forniti, anche con l'esibizione di documenti, durante l'interrogatorio". La decisione del magistrato, che fa tornare libero il dirigente dell'expo bolognese a poco più di una settimana dal''arresto per turbativa ''asta, viene definita "del tutto soddisfacente" dal legale, che osserva come "sia stata completamente rigettata la richiesta del pm di confermare i domiciliari".  

2016072002176301886-3Franco Boni, torna a difendere il manager genovese, duramente attaccato in commissione anche dai consiglieri regionali di opposizione. "Un provvedimento che non ha nessun senso, non si giustifica", ha detto Boni, facendo riferimento alle restrizioni della libertà personale imposta dai pm piemontesi a Bruzzone e revocate dal giudice per le indagini preliminari. "Capita a volte che si abbia la mano pesante, ma ho letto l'ordinanza e non è stato provato che ci sia stato un intervento di Bruzzone ne' un aiuto alla Fiera", ha spiegato Boni, confermando che si attendeva "ad horas" il ritorno in libertà del dg. "Bruzzone è indispensabile per la Fiera- ha scandito il numero uno di via Michelino- perchè mentre ci smazziamo problemi ereditati dal passato, bisogna pensare al presente e Bruzzone deve lavorare per il consolidamento e lo sviluppo del quartiere".

Revocati gli arresti domiciliari, il direttore generale è tornato a lavoro. "Sono felice che si sia chiarita la mia posizione. Non avevo particolari dubbi, ma prima si chiarivano le cose meglio era", dice al termine del cda. L'interrogatorio cui è stato sottoposto nei giorni scorsi è "stato chiarificatore di questo grande equivoco. Abbiamo portato documentazione a supporto di quanto dichiarato", spiega.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Casalecchio: aperto il nuovo ristorante McDonald’s 

Salute

Più sedentari causa smartworking e Dad. La personal trainer "L'esercizio fisico è un 'farmaco', può previene malattie croniche"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento