rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca Zona Universitaria / Piazza di Porta Mascarella

Dalle truffe milionarie ai clienti, al reddito di cittadinanza: finto commercialista in arresto

Rintracciato in un alloggio messo a disposizione da un ente assistenziale, in zona Porta Mascarella

Dalle truffe milionarie, alla vita in una casa di un'associazione caritatevole percependo il reddito di cittadinanza. Poi il carcere. E' quanto accaduto a Massimo Fiocchi, finto commercialista finito in arresto dopo che le condanne a suo carico sono diventate definitive.

Da quanto ricostruisce la polizia, negli anni l'uomo aveva intascato tre milioni di euro e trecentomila euro destinati al Fisco che i suoi clienti gli avevano versato. Ad arrestarlo, in esecuzione di un ordine di carcerazione per un cumulo di pene di quattro anni e 10 mesi, è stata la Squadra mobile di Bologna, che lo ha rintracciato in un alloggio messo a disposizione da un ente assistenziale, in zona Porta Mascarella, percependo il reddito di cittadinanza. Sono in corso accertamenti per capire come il ragioniere sia riuscito ad averlo. 

Le truffe del finto commercialista

Secondo quanto emerso dalle indagini - come riferisce una nota stampa della agenzia Dire - il finto commercialista aveva tenuto per sé i soldi che i clienti gli avevano dato per pagare le tasse, facendo risultare gli ignari contribuenti come evasori fiscali. Attraverso un'indagine della Guardia di finanza era stato portato alla luce il sistema truffaldino messo in piedi dal ragioniere. Al 2014 risale la prima condanna nei suoi confronti, alla quale ne sono seguite altre dopo le azioni legali promosse da altri ex clienti. A fine ottobre è stato disposta la carcerazione di Fiocchi per fargli scontare il cumulo di pene di quattro anni e 10 mesi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalle truffe milionarie ai clienti, al reddito di cittadinanza: finto commercialista in arresto

BolognaToday è in caricamento