menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ramadan, Zuppi scrive alla comunità islamica: "Pandemia può accrescere tra noi i legami di comunione"

L'Arcivescovo di Bologna scrive alla comunità islamica bolognese per inizio ramadan

"Questo sarà nuovamente un ramadan particolare, con tante restrizioni, a causa dell'emergenza sanitaria. Così è stato anche per le nostre celebrazioni cristiane. Ne siamo rattristati, perchè sappiamo quanto è bello ritrovarsi insieme per pregare e fare festa dopo la fatica del digiuno. Allo stesso tempo, la pandemia che tutti coinvolge può accrescere tra noi i legami di comunione. Siamo davvero sulla stessa barca". Così l'arcivescovo di Bologna, Matteo Maria Zuppi, si rivolge alla Comunità islamica bolognese in occasione dell'inizio del mese del ramadan, che terminerà il 12 maggio.

Il Card. Zuppi, inoltre, nel suo messaggio aggiunge: "Desidero richiamare quanto scritto da papa Francesco e Ahmad al-Tayyeb all’inizio dello storico documento sulla Fratellanza umana per la pace, da loro siglato due anni fa ad Abu Dhabi: “La fede porta il credente a vedere nell’altro un fratello da sostenere e da amare. Dalla fede in Dio … il credente è chiamato a esprimere questa fratellanza umana, salvaguardando il creato e tutto l’universo e sostenendo ogni persona, specialmente le più bisognose e povere”.

"Propongo - conclude l'arcivescovo - a voi e a noi di utilizzare queste parole come programma di vita per tutto il prossimo anno".

Messaggio completo Zuppi inizio Ramadan

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I Giardini Margherita, tra tesoretti e sorprese inaspettate

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento