Cronaca Porto / Via Marzabotto

28enne arrestata: chiuse in bagno una donna e le saccheggiò casa

Neanche trentenne, nomade italiana, ora in carcere per rapina pluriaggravata: l'ultimo colpo in via Marzabotto per un bottino da 30 mila euro

In manette una 28enne nomade italiana con l'accusata di rapina pluriaggravata e violazione di domicilio. J.B. è stata arrestata a Bologna dalla polizia per un 'colpo' da 30.000 euro avvenuto il 10 dicembre in un'abitazione di via Marzabotto, zona Saffi. Dopo essere entrata forzando la porta nell'appartamento all'ultimo piano di un condominio, convinta che non ci fosse nessuno, era stata sorpresa dalla figlia dei proprietari, una bolognese di 19 anni, che era in bagno.

AVEVA CHIUSO UNA RAGAZZA IN BAGNO E POI LE AVEVA SVALIGIATO CASA PER 30 MILA EURO. La ladra l'aveva prima chiusa nello stesso bagno e poi a chiave sul terrazzo, riuscendo così ad arraffare da un comò diversi gioielli. Alla fine era fuggita con un bottino di 30.000 euro, forse insieme a un complice. La 19enne, superato lo spavento, dopo alcuni minuti era riuscita a liberarsi e a dare l'allarme ai genitori e poi alla polizia. A tre mesi di distanza dal fatto, la squadra Mobile ha arrestato la responsabile, che a gennaio è stata riconosciuta dalla vittima su un album fotografico che le è stato mostrato in questura, e ieri è stata rintracciata al campo nomadi di via Dozza, alla periferia della città.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

28enne arrestata: chiuse in bagno una donna e le saccheggiò casa

BolognaToday è in caricamento