Cronaca Borgo Panigale / Via Panigale

Inseguimento in auto: manovre azzardate e pericolose, poi l'arresto

Notati subito dopo aver commesso un furto da due Carabinieri fuori servizio, tre uomini sono stati inseguiti e raggiunti dalla Polizia all'imbocco della tangenziale. Derubata poco prima una donna in via Panigale

Due carabinieri fuori servizio vedono qualcosa che non li convince e allertano la centrale: ore 17 circa di ieri, una donna in strada (via Panigale) che si sbraccia come per attirare l'attenzione su qualcosa che è appena accaduto e un'auto che dopo aver fatto una manovra azzardata parte con il turbo e il portellone aperto, rendendo non visibile la targa. 

INSEGUIMENTO PERICOLOSO FINO ALLA TANGENZIALE. Non ci pensano due volte e si lanciano all'inseguimento, che diventa anche piuttosto pericolo in diversi momenti: la Lancia Y imbocca via Persicetana per poi raggiungere l'ingresso della tangenziale in direzione San Lazzaro. E' a quel punto che l'intervento di una vettura della Polizia e degli agenti della Stradale bloccato il veicolo pirata per controllare i tre uomini a bordo e ricostruire i fatti avvenuti poco prima. 

TANTI ALTRI FURTI, SEMPRE A BORDO DELLO STESSO MEZZO. Già da un primo controllo risulta che quella stessa auto, la Lancia Y, era stata utilizzata come mezzo di appoggio a diversi furti ai danni di macchine parcheggiate e che i suoi 'ospiti' non erano nuovi a reati come quello denunciato da quella donna che lanciava un SOS da via Panigale: i tre a bordo (fra cui un minorenne nato nel 2000) avevano infatti dei precedenti per reati contro il patrimonio e sono stati accompagnati in Questura. 

COSA ERA ACCADUTO POCO PRIMA. Dalla ricostruzione fatta, pare che i tre avessero sfilato dall'abitacolo di una donna nata in Ucraina nel '72 una borsa contenente denaro (50 euro) e carte di credito dandosi poi alla fuga in auto. Poco dopo, svuotata la borsa dei soldi che conteneva l'avevano lanciata fuori dal finestrino (ritrovata da un passante in via Giacomini) liberandosene per poi tentare di seminare l'auto con a bordo i due Carabinieri fuori servizio. Il maltolto è stato recuperato e consegnato alla legittima proprietaria. 

I due ladri adulti (uno dell'87 e uno del '96), domiciliati in campo rom di Modena sono stati arrestati per furto aggravato in concorso e per resistenza a pubblico ufficiale e il processo per direttissima è stato fissato per la mattinata di domani. Il ragazzo minorenne è stato invece denunciato. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inseguimento in auto: manovre azzardate e pericolose, poi l'arresto

BolognaToday è in caricamento