menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto archivio

Foto archivio

Tre kg di hashish, cocaina e marijuana: pusher 32enne in carcere

L’uomo è finito in manette ieri pomeriggio nel corso di una perquisizione domiciliare eseguita dai militari che avevano scoperto i traffici illeciti

Due arresti e due denunce. Questo il bilancio delle attività dei carabinieri di Bologna, Medicina e Pianoro nella giornata di ieri 17 marzo. A Bologna i militari del Nucleo Operativo di Bologna hanno arrestato un 32enne italiano per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo è finito in manette ieri pomeriggio nel corso di una perquisizione domiciliare eseguita dai militari che avevano scoperto i traffici illeciti dell’uomo che, per vendere la droga ai suoi clienti, utilizzava un servizio di messaggistica per smartphone.

La perquisizione è terminata col sequestro di oltre 3 kg di droga: hashish, marijuana, cocaina, due bilancine di precisione, una macchina per il sottovuoto e del materiale adatto al confezionamento della sostanza stupefacente. Su disposizione della Procura della Repubblica di Bologna, il 32enne è stato tradotto in carcere.

A Medicina invece i carabinieri hanno arrestato un 19enne italiano per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il giovane è finito in manette ieri sera, durante un controllo del territorio che i militari stavano facendo al Parco delle Mondine, una zona che di recente aveva attirato l’attenzione per la presenza di persone sospette. Al momento del controllo, il 19enne è stato trovato in possesso di 42 grammi di hashish, mentre nell’abitazione del giovane, sottoposta a perquisizione domiciliare, i Carabinieri hanno trovato una bilancina di precisione. Su disposizione della Procura della Repubblica di Bologna, il 19enne è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Infine i carabinieri della Stazione di Pianoro hanno denunciato un 45enne italiano e un minorenne per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I due soggetti sono stati denunciati ieri pomeriggio nel corso di una perquisizione domiciliare, resasi necessari per accertare la presenza di sostanze stupefacenti che i militari ritenevano di trovare all’interno dell’abitazione. Le ipotesi dei militari sono state confermate col ritrovamento di 21 piantine di cannabis coltivate in una serra artigianale, 300 grammi circa tra hashish e marijuana e un bilancino di precisione, lo strumento tipico utilizzato dai trafficanti di droga

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Casalecchio: aperto il nuovo ristorante McDonald’s 

Salute

Più sedentari causa smartworking e Dad. La personal trainer "L'esercizio fisico è un 'farmaco', può previene malattie croniche"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento