menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Furto da migliaia di euro ad anziana invalida, in manette badante infedele

La donna fermata in flagranza dopo l'ennesima commissione 'gonfiata'. I prelievi a bancomat e Pos andavano avanti da un anno

Anziana sì, ma i conti li sapeva ancora tenere sotto controllo. Non sono sfuggiti a lungo i continui furti di denaro, prelievi sospetti e ripetuti di contante, che una badante infedele di 33 anni avrebbe rubato a una anziana invalida, per la quale lavorava da circa un anno.

La donna, cittadina rumena, è stata arrestata l'altro giorno poco dopo l'ennesimo prelievo sospetto. Lo scenario era sempre quello: con la scusa di offrirsi per le commissioni, la 33enne riceveva dalla anziana bancomat e pin, ma oltre alla commissione sul conto venivano addebitati prelievi extra e spese non commissionate. 

La badante infedele era stata assunta nell'ottobre dell'anno scorso dopo un periodo di prova. Entrata in confidenza con la sua assistita, le due si erano continuate a sentire anche dopo la scadenza del contratto, avvenuta a febbraio 2018. Ma per tutto quel tempo e anche dopo la fine del lavoro, la giovane avrebbe approfittato della fiducia dell'anziana, per prelevare denaro a sua insaputa. 

Quando gli agenti del commissariato Santa Viola hanno fermato la 33enne mentre si stava allontanando dopo l'ennesima spesa per conto dell'anziana, nello zaino della donna sono stati trovati 1500 euro in contanti. In tutto, dall'ottobre scorso al momento dell'arresto, sarebbero stati prelevati circa 16500 euro. 

L'investigazione della Polizia è scattata dopo la denuncia che l'anziana, stanca dell'inganno, ha deciso di presentare agli agenti. Ne è seguito un pedinamento, poi concluso con l'arresto della badante. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Come trasformare una finestra in un piccolo balcone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento