Sabato, 12 Giugno 2021
Cronaca

Inseguimento rocambolesco: carabinieri speronati, arrestati i fuggitivi

Da una marachella a resistenza, lesioni a Pubblico Ufficiale, danneggiamento e guida senza patente: queste le imputazioni per due giovani che fuggono con l'auto di un parente

Durante la notte del 17 marzo, i Carabinieri di Borgo Panigale, mentre pattugliano la Strada Statale 9, all’incrocio con via II Giugno, notano un’autovettura Volkswagen Golf, ferma, con a bordo due persone, ma che, alla loro vista, si danno alla fuga a folle velocità in direzione Modena. Inizia così l’inseguimento della Golf che tenta di mettere fuori corsa i militari urtando la loro Alfa 156 nella parte laterale sinistra che a sua volta urta una Ford Focus che segue.

FINE CORSA. L’inseguimento termina poco dopo contro il guard rail della statale 9, quando la Golf si arena all’interno del canale posto a termine della carreggiata, nel senso opposto di marcia. I fuggitivi abbandonano quindi l’autovettura e si allontanano nei campi.

IL FERMO. Grazie alle indagini, i due sono stati identificati: si tratta di A.K.A. 23enne e T.R. 20enne, entrambi originari del Marocco e residenti ad Anzola Emilia, arrestati per “resistenza, lesioni a Pubblico Ufficiale, danneggiamento”, nonché denunciati per “guida senza patente”. I due avevano preso la vettura intestata ad un loro parente residente in provincia di Modena e dopo aver combinato il danno hanno tentato di eludere le indagini, ma messi alle strette, hanno ammesso le loro responsabilità.
Fortunatamente né i due arrestati né i due passeggeri della Ford Focus hanno riportato ferite, mentre i due carabinieri autori dell’inseguimento hanno riportato rispettivamente un  “trauma contusivo al torace e cranico commotivo” con prognosi di gg.10, e “contusione al ginocchio destro” prognosi di gg.7.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inseguimento rocambolesco: carabinieri speronati, arrestati i fuggitivi

BolognaToday è in caricamento