Castel di Casio, gli studenti ricordano le vittime dell'attentato di Nassiriya

Consegnate ai migliori alunni delle borse di studio, messe a disposizione da imprenditori locali

La comunità di Castel di Casio,  insieme alle massime autorità cittadine e militari, questa mattina ha ricordato le 28 vittime dell’attentato di Nassiriya, a 15 anni  dall'esplosione in Iraq che provocò la morte di 19 italiani e 9 iracheni, dove persero la vita 12 carabinieri e 5 militari dell’esercito. Tutte persone impegnate nella missione di mantenimento di pace “Antica Babilonia” voluta dall’ONU, oltre ad un cooperatore internazionale e al regista Stefano Rolla che era sul posto per un girare un film sulla ricostruzione in Iraq dopo la seconda guerra del Golfo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questa mattina, infatti, sono stati premiati gli studenti delle scuole con una borsa di studio messa a disposizione dall’imprenditoria locale. La caratteristica della ricorrenza è quella di ricordare un tragico avvenimento del passato,  ponendo  le basi per un futuro migliore grazie al coinvolgimento degli studenti. La borsa di studio è offerta da alcuni imprenditori dell’alta valle del Reno a favore delle scuole di Castel di Casio, chiamate, di volta in volta, a lavorare su temi specifici.  Il tema quest’anno era “Il valore di una vita: il presente e il ricordo”. Presenti anche i ragazzi della scuola secondaria di Alto Reno Terme che sono stati coinvolti attraverso la realizzazione degli elaborati grafici.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, tre ragazzi positivi nei licei di Bologna: controlli su 90 tra studenti e professori

  • Liceo Galvani, lutto al rientro a scuola: è morto il prof Stefano Tampellini

  • Soccorsi all'alba in via Emilia Levante: nulla da fare per un ragazzo di 20 anni

  • Lo storico bassista di Vasco Rossi, Claudio Golinelli detto "il Gallo" ha subito un trapianto al fegato

  • Coronavirus nel bolognese, un caso a Longara di Calderara di Reno: "34 ragazzi in isolamento"

  • Aggressione in casa: tenta violenza sessuale, lei scappa in strada

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento