Task-force anti-droga Carabinieri: pioggia di denunce, due in manette per spaccio di eroina

Non solo “Montagnola”, dunque, ma anche “Pilastro”, “Santo Stefano” e “Bolognina”, tra i quartieri oggetto di attenzione

Continuano i servizi rinforzati disposti dal Comandante Provinciale dei Carabinieri di Bologna, Col. Pierluigi Solazzo, con particolare riferimento a diverse aree che, negli ultimi mesi, più di altre hanno risentito della presenza di spacciatori. 

Non solo “Montagnola”, dunque, ma anche “Pilastro”, “Santo Stefano” e “Bolognina”, tra i quartieri oggetto di attenzione, soprattutto sotto il profilo preventivo. Ieri sera, i militari del Nucleo Operativo della Compagia Bologna Centro hanno tratto in arresto in flagranza di spaccio di eroina due cittadini tunisini di 34 e 29 anni, mentre cedevano 3 grammi di stupefacente a un 32enne italiano, all’interno di un’area verde, tra le via Lodovico Frati e via Luigi Pirandello. Al termine di un breve inseguimento i due sono stati bloccati e condotti in caserma.

Ancora questa mattina i militari del Comando Provinciale hanno effettuato servizio straordinario in area “Montagnola” e zona universitaria, sottoponendo a controllo 57 persone: 2 persone sono state segnalate per uso personale di sostanze stupefacenti (ex art. 75 DPR 309/90), e 2 per inosservanza ai provvedimenti prefettizi (DASPO urbano), mentre un'altra persona è stata denunciata per inottemperanza del foglio di via obbligatorio.

In “Bolognina” l’ultimo intervento, e precisamente in via Jacopo di Paolo, dove due cittadini gambiani di 26 e 32 anni, sono stati denunciati per detenzione di sostanze stupefacenti, dopo essere stati trovati in possesso di 15 grammi di marijuana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

Torna su
BolognaToday è in caricamento