menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Una mostra per l'attrice Carla Astolfi: "Un modo per averla ancora vicina nei panni della Befana"

L'esposizione sarà allestita il 5 e il 6 gennaio in piazza di Porta Ravegnana e davanti al negozio ArtigianArte di Cna. Partecipando alla mostra vicino alla Casa della Befana i bambini riceveranno piccoli doni e chiunque potrà ammirare sagome a grandezza naturale dell'attrice nelle vesti della vecchina con la scopa

Omaggio all'attrice dialettale bolognese Carla Astolfi che torna nei panni della 'Befana' sotto le Due Torri nella mostra dal titolo "Carla: che sagoma!". L'esposizione sara' allestita il 5 e il 6 gennaio in piazza di Porta Ravegnana e davanti al negozio ArtigianArte di Cna. Partecipando alla mostra vicino alla Casa della Befana i bambini riceveranno piccoli doni e chiunque potra' ammirare sagome a grandezza naturale dell'attrice nelle vesti della vecchina con la scopa: un personaggio che per molti anni l'ha fatta girare in calesse per il centro di Bologna e nel teatro Duse. La mostra si terra' durante la 22esima edizione della "Befana di solidarieta' per la Casa dei Risvegli Luca De Nigris".

Fulvio De Nigris direttore del Centro studi per la ricerca sul coma "Gli amici di Luca", spiega: "Con questa iniziativa esprimiamo ancora una volta il nostro profondo affetto per Carla Astolfi, una parte della nostra storia che continua a vivere con noi. Sara' un modo per averla ancora vicino, assieme alla Befana Paola Mandrioli di Fantateatro che negli ultimi anni ha preso saldamente in mano il personaggio con gli insegnamenti che la stessa Carla le ha tramandato". Le sagome di Carla Astolfi sono realizzate dalla Graphic service e raffigurano l'attrice negli scatti del 2012 del fotografo Giovanni Bortolani. Oltre ai sagomati ci sara' anche un pannello con la faccia vuota in modo che ognuno possa inserire la sua ed essere per un momento "Apprendista Befana". Carla Astolfi, "Befana" espressiva, paziente, instancabile con la sua scopa e sempre generosa, fu insignita della Turrita d'argento dal sindaco di Bologna che la defini' "terza torre della citta''"

Tra le iniziative per la "Befana di solidarieta' per la Casa dei Risvegli Luca De Nigris", il 5 e il 6 gennaio il teatro Duse ospitera' alle 17 lo spettacolo "La Regina delle nevi", prodotto da Fantateatro con la regia di Sandra Bertuzzi. L'incasso dello spettacolo liberamente ispirato alla fiaba di Hans Christian Andersen, sara' devoluto alla Casa dei risvegli Luca De Nigris. Dopo i saluti finali del 6 gennaio verranno premiati i bambini delle scuole di Bologna e provincia che hanno partecipato al concorso "La Befana dell'amicizia" e verrano distribuite calze in omaggio fino ad esaurimento. Oltre allo spettacolo, dal 3 al 6 gennaio ci saranno la Befana all'Osepdale Maggiore, la Befana della Cna e la Casa della Befana sotto le due Torri, la Befana in calesse, la Befana all'Ippodromo Arcoveggio, la Befana al Centro Lame e le caldarroste di Nicola Fusaro, caldarrostaio che offre le sue castagne in via Rizzoli. La Befana di solidarieta' per la Casa dei Risvegli raccoglie la Befana dei Circoli (dipendenti Universitari e comunali di Bologna), quella della Cna sotto la Torre (con il patrocinio del quartiere Santo Stefano), il rapporto con Fantateatro nelle animazioni in giro per la citta' e nel tradizionale spettacolo al Teatro Duse, i patrocini della Confcommercio, il contributo di Comet, Conad, Happy Casa.

(Dire) 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Casalecchio: aperto il nuovo ristorante McDonald’s 

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento