Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Lavoro duro e un buon piatto di pasta, così Gisella è arrivata a 105 anni

Sarà questo il segreto della longevità della simpatica azdora che oggi viene celebrata con una grande festa per le sue 105 primavere?

Lavorare sodo, dentro e fuori casa, per poi trovare ristoro a tavola, con un buon piatto di pasta e un bicchiere di vino. Sarà questo il segreto per diventare centenari? Di certo è stata la ricetta che ha portato la signora Gisella a soffiare oggi su ben 105 candeline.

Questa simpatica nonnina emiliana, classe 1913, è nata e cresciuta in una famiglia contadina. Fin da subito ha imparato a rimboccarsi le maniche. Si occupava di allevare gli animali di casa: galline, maiali e qualche vitellone.

Nel 1960 la sua famiglia decide di trasferirsi da Gualtieri (in provincia di reggio Emilia) a Bologna per aprire una latteria, e lei entusiasta li segue. Instancabile lavoratrice si occupava sia della parte operativa che di quella amministrativa, non c’erano sabati, domeniche, feste, ogni giorno era utile per lavorare.Gisella con presidente di quartiere Marzia Benassi-2

Gisella, oltre ad essere stata una grande lavoratrice, è stata una mamma forte ed affettuosa, alcune volte severa, come racconta suo figlio Adriano, ma sempre pronta ad aiutare e spronare i suoi due figli.
Era una brava cuoca, ha sempre fatto la sfoglia, cappelletti e tortelloni di zucca erano il suo forte, soprattutto per il ripieno, che era sempre gustoso e abbondante, per la gioia di tutta la famiglia.

Quando era più giovane i suoi piatti erano sempre accompagnati da un buon bicchiere di vino rosso, alcune volte ne metteva persino un goccio dentro la minestra per renderla più saporita. Ancora oggi che non cucina più, ama mangiare di tutto, ma il suo piatto preferito rimane la pasta, che sia in brodo o al pomodoro, in tavola non deve mai mancare un buon piatto di pasta!

Oggi è il suo 105° compleanno e lo staff del Centro Polifunzionale Madre Teresa di Calcutta ha organizzato una grande festa, con musica, balli e buon cibo come piace a lei. Invitati ai feteggiamenti Marzia Benassi, Presidente del quartiere Savena, il direttore della struttura Elisabetta Bedosti, il chitarrista e cantante Gianni, i familiari di Gisella e tutto lo staff del Madre Teresa. 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro duro e un buon piatto di pasta, così Gisella è arrivata a 105 anni

BolognaToday è in caricamento