Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Car sharing, Enjoy arriva a Bologna: cento Fiat 500 già attive | VIDEO

Il costo è di 25 centesimi al minuto (con voucher 20) oppure 50 euro al giorno; parcheggi gratis su strisce bianche e blu; Ztl in tutto il centro storico e in stazione posteggi dedicati

 

Piu' car sharing a Bologna, meno parcheggi tradizionali. A partire da oggi la fotografia piu' immediata la dara' l'area di sosta in piazza delle Medaglie d'oro, di fronte alla stazione centrale: stamattina sono stati eliminati gli stalli ordinari per far posto a otto parcheggi riservati ai mezzi car sharing di Enjoy e di Corrente.

L'assessore alla Mobilita', Irene Priolo, lo annuncia proprio durante la presentazione del vehicle sharing Enjoy, realizzato da Eni in collaborazione con Fiat e Trenitalia e il supporto tecnologico di Octo Telematics.

"Da oggi l'anello interno del parcheggio dedicato ai cittadini di piazza Medaglie d'oro si trasforma", spiega Priolo: meta' per il car sharing e meta' per il bike sharing. "Un cambiamento importante e funzionale al progetto" che promuove l'uso di mezzi condivisi, sottolinea l'assessore. I precedenti stalli vengono dunque "eliminati" e le auto normali potranno parcheggiare "dove gia' oggi lo fanno a rapida rotazione sul viale oppure andare al Kiss and ride".

Una scelta effettuata "anche perche' la prossima primavera dovrebbe aprire- ricorda Priolo- anche il tunnel che guidera' i cittadini al Kiss and ride". In tutto, sono 28 gli stalli riservati ai mezzi condivisi, coprendo i principali punti di interesse della citta'. In piu', le Fiat 500 scarlatte di Enjoy potranno sostare gratuitamente non solo sulle strisce blu ma anche su quelle bianche dei residenti.

Decisione che rischia di creare malumori, ma Priolo non ha dubbi. "Il servizio deve diventare a disposizione dei residenti, che devono avere l'opportunita' di utilizzarlo anche dismettendo il proprio veicolo e se non si inizia a fare percorsi di questo tipo- dichiara l'assessore- il progetto e' perdente dall'origine. Le nostre sono scelte coraggiose ma di accompagnamento".

Senza la sosta gratis sulle strisce bianche "non avremmo premiato il residente che decide di togliersi un veicolo privato", aggiunge l'assessore: prospettiva reale, perche' "un veicolo privato costa al cittadino almeno 3.500 euro l'anno e con 3.500 euro puo' farne parecchi di chilometri in car sharing".

Detto cio', con lo sbarco di Enjoy quella di oggi e' una giornata "quasi di festa" e sicuramente "di cambiamento", assicura Priolo, che gia' invita l'azienda a "fare di piu'" introducendo, ad esempio, anche i mezzi cargo.

"Inizia concretamente la lotta di liberazione dalla proprieta' dall'auto", scandisce il sindaco Virginio Merola. "Bologna e' red city e le red car avranno un gran successo", scommette il sindaco, sottolineando che le 500 di Enjoy sono anche "molto belle da vedere" oltre che funzionali ad una "idea di sostenibilita' che fa rima con modernita'".

Insomma, "un sistema quasi perfetto. E dico quasi perche' queste auto possono andare dappertutto e quindi anche a Modena. Ahi ahi...", e' la battuta del primo cittadino. Nel frattempo, in pochi giorni ad Enjoy si sono gia' iscritti 800 bolognesi, annuncia il responsabile Giuseppe Macchia, mentre nella prima ora di attivazione del servizio, stamattina, si sono registrati subito dieci noleggi: "Numeri non usuali, nelle altre citta' non abbiamo visto risultati cosi'".

Sono 100 le auto con cui Enjoy mette piede sotto le Due torri, "ma se tutto va come ci auguriamo- afferma Macchia- chissa' che non possano diventare di piu' e questo anche con i Doblo'" per il cargo, che in altre citta' "stanno avendo un grandissimo successo".

Come funziona

Le auto possono essere usate anche uscendo dalla citta', il rilascio e' libero ma dev'essere effettuato dentro un'area di 15 chilometri quadrati a partire dal centro: anche in questo caso Enjoy non esclude un'estensione. La tariffa e' di 25 centesimi al minuto, 20 se si acquista una prepagata da 20 euro.

Le procedure di iscrizione e noleggio sono tutte gestibili tramite app. In caso di multa, la notifica viene girata al cliente, che dovra' pagarla insieme ad una penale di 25 euro comminata da Enjoy. Altre penalizzazioni, fino all'esclusione dal servizio, sono previste per i clienti che adottano comportamenti scorretti. Il rischio furti? In altre citta' si e' visto che esiste ma "la situazione e' tranquilla", afferma Macchia.

Le auto avranno libero accesso e transito a tutte le ZTL; in particolare è compresa l’area “T”, ma solo da lunedì e venerdì. Sono escluse corsie preferenziali, aree pedonali e via dell’Archiginnasio. I parcheggi dedicati al car sharing saranno liberi e gratuiti su tutte le strisce blu a pagamento, su strisce bianche comprese quelle riservate ai residenti (sono escluse invece quelle delle colonnine di ricarica elettriche e con disco orario), su strisce gialle solo per i 28 stalli comunali riservati al car sharing (vietati invece su quelli “Io Guido” e riservati TPER), oltre a qualsiasi parcheggio consentito dal Codice della Strada.

Su Piazzale Medaglie D’Oro, i parcheggi dedicati si trovano sul lato est dell’anello interno della piazza. Altri 8 stalli sono previsti all’interno di alcune stazioni di servizio Eni, posizionate in zone strategiche e ad alta circolazione automobilistica della città. Tutte le Fiat 500 della flotta attiva a Bologna saranno omologate euro 6 e potranno trasportare fino a quattro persone.

La scelta del Comune testimonia una "grande visione", afferma anche Macchia, segnalando che a Roma la possibilita' di avere stalli dedicati davanti alla stazione e' ancora a livello di "auspicio". Proprio la disponibilita' dei parcheggi ad hoc, tra l'altro, fa si' che Enjoy debba versare al Comune 600 euro all'anno per ogni auto. (Agenzia Dire)

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento