Cronaca

Fiumi in piena: chiuso il canale Reno, allagamenti a Rastignano

Pioggia incessante e allagamenti in prossimità dei corsi d'acqua che stanno straripando. Difficile la situazione a Rastignano

Tregua nel maltempo in Emilia-Romagna: permane lo stato di preallarme della protezione civile dell'Emilia-Romagna solo per i fiumi Secchia e Panaro, nel Modenese, e per il fiume Reno nel tratto oltre Cento (Ferrara). Diramati i bollettini di cessato preallarme per i fiumi del forlivese e per il fiume Enza, nel Reggiano. Per questi corsi d'acqua permane la fase di attenzione. E' in corso riunione della protezione civile in cui viene fatto il punto della situazione.

"Osservati speciali" il fiume Reno e i suoi affluenti nel bolognese, i fiumi Savio, Ronco e Bidente in Romagna, da questa mattina in stato di preallarme, mentre la pioggia cade incessante. L'Agenzia regionale di Protezione civile dell'Emilia-Romagna - che ha fatto un riassunto della situazione con una nota - sta seguendo l'evoluzione del maltempo soprattutto per il livello dei fiumi e dei corsi d'acqua nelle province occidentali e in Romagna. La situazione è costantemente monitorata dal Centro operativo dell'Agenzia insieme ad Arpa, al servizio regionale Difesa del suolo, ai servizi tecnici di bacino, Comuni e Province, vigili del fuoco e altre strutture tecniche dislocate nei territori interessati.

CHIUSO IL CANALE RENO. A causa della piena del fiume Reno è stato chiuso il canale di Reno e conseguentemente non scorre acqua nemmeno nel canale Navile. Alla piena segue la coda di piena quando le acque sono ancora fortemente limacciose e riempirebbero il canale di detriti. Stanti le attuali previsioni meteorologiche le condizioni per una riapertura non si verificheranno prima di sabato, tuttavia il canale rimarrà chiuso ancora una settimana per i lavori di smantellamento del cantiere della centrale idroelettrica alla Canonica e lavori di manutenzione straordinaria in preparazione della stagione estiva.

ALLAGAMENTI A RASTIGNANO. Nel bolognese la situazione più critica riguarda il bacino del fiume Reno e dei suoi affluenti (attivata oggi la fase di preallarme); l'innalzamento del livello dell'acqua del fiume Savena ha causato allagamenti questo pomeriggio nell'abitato di Rastignano, nel Comune di Pianoro. Chiuso per alcune ore il Ponte delle Oche e allagato il parco. I danni maggiori si riscontrano al momento in via del Pero: Le cantine di molti condomini sono letteralmente allagate e si cerca di portare in salvo quello che vi è riposto. Sono intervenuti i Vigili del Fuoco, che stanno cercando di limitare i danni.

PIEVE DI CENTO. A causa del transito della piena del Reno, il livello dell'acqua ha raggiunto la passerella sul Ponte Vecchio, chiuso dalle 5 di questa mattina in entrambe le direzioni. Si prevede ripristino in mattinata.

LE PRECIPITAZIONI. A partire dal primo pomeriggio (ore 14) di domenica si sono registrati nelle province centro-occidentali, da Parma a Bologna, valori superiori ai 100 millimetri di pioggia sul crinale e in media 50 millimetri in collina. A questi valori, non particolarmente elevati, va associato l'effetto di scioglimento del manto nevoso che, complice l'aumento delle temperature, ha determinato un "severo" innalzamento del livello dei corsi d'acqua.

SITUAZIONE. Nelle province di Modena e Reggio Emilia sono monitorati costantemente i fiumi Enza, Secchia e Panaro, dove si registra il raggiungimento del livello di attenzione. Nel pomeriggio di oggi la Protezione civile regionale ha disposto il trasferimento di una serie di gruppi elettrogeni del centro logistico di Tresigallo, nel ferrarese, verso alcune case protette pubbliche nei Comuni di Bedonia, Berceto, Compiano e Varsi (nel parmense) colpiti da distacchi di energia.

In Romagna la Protezione civile ha attivato la fase di preallarme per i fiumi Savio, Ronco e Bidente: a rischio allagamento le aree golenali con possibile interessamento di abitazioni, cantieri e attività produttive. Il Cor - Centro operativo regionale - resterà aperto 24 ore su 24; squadre di volontariato di Protezione civile sono state allertate per il presidio degli argini e per altre attività a supporto dei servizi tecnici di bacino.

PREVISIONI. Le condizioni del tempo, in base alle previsioni meteo di Arpa Emilia-Romagna, dovrebbero migliorare nelle prossime ore e nella giornata di domani, a mezzogiorno, scadrà l'allerta di 42 ore emanata dalla Protezione civile. Sta tornando alla normalità anche la situazione sulla rete stradale soprattutto nel piacentino, dove sono stati registrati in mattinata disagi alla circolazione per via della neve.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiumi in piena: chiuso il canale Reno, allagamenti a Rastignano

BolognaToday è in caricamento