Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca Centro Storico / Piazza dell Otto Agosto

Ascolta musica sulla panchina: gli rubano la cassa e lo minacciano

Arrestato dalla Polizia al Parco della Montagnola: insieme a un complice aveva derubato un giovane per poi allontanarsi. Addosso aveva ancora il maltolto

Un ragazzo di 21 anni sta seduto su una delle panchine del Parco della Montagnola ascoltando della musica attraverso una cassa bluetooth che aveva con sè: è venerdì pomeriggio, sono le 14.10 circa e di lì a poco la Polizia avrebbe cominciato un controllo proprio lì. 

Gli si siedono a fianco sulla panchina, poi lo derubano

Due ragazzi gli si avvicinano: uno gli si siede alla destra, l'altro alla sua sinistra. Uno lo tiene fermo mentre l'altro gli sottrae la cassa. La vittima a quel punto chiede la restituzione dell'apparecchio seguendo i due che nel frattempo si erano alzati e si stavano allontanando, ma a un certo punto si è spaventato e ha desistito: uno dei due infatti lo aveva stretto al collo minacciandolo di morte. 

Alla vista della Polizia la richiesta di aiuto

E' stato dopo le minacce che la giovane vittima di origini coreane ha subito che alla vista dell'auto della Polizia non ha esitato a chiedere aiuto: uno dei due soggetti è stato infine individuato e controllato, rivelando il possesso (nascosta sotto la felpa) della cassa rubata. 

L'arresto per rapina: la cassa l'aveva nascosta sotto la felpa

Si tratta di un ragazzo di origini tunisine classe 1998 che è stato tratto in arresto per rapina aggravata in concorso con persona ignota e denunciato per inottemperanza all'ordine del questore di allontanamento dalla Montagnola. Fra i diversi precedenti oltre a un divieto di dimora, anche un arresto per spaccio, falsa attestazione a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ascolta musica sulla panchina: gli rubano la cassa e lo minacciano

BolognaToday è in caricamento