Cronaca Saragozza / Via Andrea Costa

Via Andrea Costa, ancora una rapina armata in gioielleria: bottino 50mila euro

Rapina armata ai danni della gioielleria Ventura in pieno giorno: due malviventi e probabilmente un palo all'esterno, hanno legato il titolare e un'anziana cliente

Intorno alle 9 nell'oreficeria Ventura di via Andrea Costa, due banditi armati di pistola hanno minacciato e legato il gioielliere e un'anziana cliente fuggendo con un bottino di almeno 50.000 euro.

Un primo rapinatore è entrato nel negozio a volto scoperto, con in testa un cappellino che nascondeva una chioma bionda, forse una parrucca, secondo il commerciante, ha quindi estratto una pistola, che ha scarrellato per dimostrare che era vera, ha fatto entrare anche un complice, con il volto coperto da un casco da molto. "Non scherziamo" hanno detto i due al commerciante parlando con un'inflessione meridionale e, sotto la minaccia dell'arma, si sono fatti aprire la cassaforte.

IMMOBILIZZATI. Dopo avere immobilizzato con fascette in plastica il gioielliere e un'anziana cliente, entrata nel negozio per sostituire la batteria di un orologio, hanno asportato tutti i gioielli. Infine sono fuggiti, probabilmente con un terzo complice che faceva da 'palo' e con il quale uno dei rapinatori ha parlato al telefono prima di uscire, per assicurarsi di avere via libera. Con le mani ancora legate, il negoziante è riuscito a chiamare il 113 e dare l'allarme, facendo arrivare in pochi istanti la polizia che li ha liberati. L'uomo ha raccontato che, poco prima che entrasse il bandito, stava leggendo sproprio della gioielleria rapinata due giorni fa a Castel Maggiore. Per le indagini sono intervenute anche la squadra Mobile e la polizia Scientifica.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Andrea Costa, ancora una rapina armata in gioielleria: bottino 50mila euro

BolognaToday è in caricamento