Spaccio di droga a Imola, in auto scoperti 21 kg di marijuana

Altre operazioni in tutto il bolognese. In un caso rinvenuti in un appartamento 15mila euro in contanti

21 chili di marijuana, sei persone denunciate e due arrestate dai Carabinieri del Comando Provinciale di Bologna, durante un servizio finalizzato al contrasto del traffico di droga.

L’ingente quantitativo di droga è stato rinvenuto a Imola ieri sera dal Radiomobile in via Ugo la Malfa, durante l’ispezione di un’auto sospetta parcheggiata lungo la strada. A bordo del veicolo, una Fiat Punto intestata a un 29enne di Faenza (RA), i militari hanno scoperto 20 sacchi di sostanza. Il proprietario dell’auto, gravato da precedenti di polizia e irreperibile, è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Gli altri cinque soggetti denunciati, di età compresa tra i 33 e i 47 anni,  tutti cittadini stranieri, sono stati trovati in possesso di 6,5 grammi di cocaina e marijuana, dei cellulari e un passaporto francese verosimilmente falso, che detenevano all’interno di un appartamento in uso comune situato a Castel Maggiore. Sono stati i militari del Radiomobile di Borgo Panigale ha trovare la sostanza stupefacente durante una perquisizione domiciliare, resasi necessaria dalla presenza di persone sospette che erano state viste aggirarsi in zona.

A Sala Bolognese (BO) invece l'Arma locale ha arrestato un 26enne italiano durante una perquisizione domiciliare, resasi necessaria per verificare delle piantine sospette, verosimilmente marijuana, che alcuni passanti avevano visto sul davanzale della finestra dell’appartamento in uso al giovane.

Alla vista dei militari davanti, il 26enne ha tentato di liberarsi della sostanza stupefacente, gettando dalla finestra un centinaio di grammi di hashish e marijuana, ma ha fallito perché la droga è caduta direttamente nelle mani di un carabiniere che si era appostato sotto gli infissi dell’abitazione.

A Pieve di Cento il personale dell'Arma ha arrestato un 20enne, cittadino rumeno, durante una perquisizione domiciliare, resasi necessaria da un’indagine dei militari per risalire ai fornitori di droga che gravitano nella“Bassa Bolognese”. Il ritrovamento di 15mila euro in contanti, quasi 200 grammi di marijuana e hashish, materiale per la pesatura e il confezionamento della sostanza stupefacente, hanno confermato le ipotesi dei Carabinieri che hanno tratto in arresto il giovane.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

Torna su
BolognaToday è in caricamento