Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cassonetti dati alle fiamme nella notte: le telecamere incastrano due minorenni|VIDEO

Dal Pratello a piazza Tribunali, notte di "fuoco" per due cugine di 17 anni

 

Due minorenni sono state denunciate per gli incendi appiccati nella notte del 6 novembre ai cassonetti dell'immondizia in alcune vie del centro storico e di aver lasciato alcune scritte come "fuck the pula" e "fuoco al coprifuoco". Le due ragazze, cugine, entrambe nate nel 2003, sono state individuate dalla Polizia, a seguito della visione delle immagini delle telecamere installate nelle varie zone. 

I fatti 

Intorno alla mezzanotte del 6 novembre, il piantone del Commissariato Due Torri San Francesco, in via del Pratello, aveva visto sui monitor, due ragazze: mentre una appiccava l'incendio, l'altra riprendeva l'azione con il telefono per poi attaccare al citofono del commissariato un adesivo con la scritta scritto "fuck the pula".

Vari incendi in città

Le due ragazze erano state bloccate da una volante e solo una, con precedenti per imbrattamento e danneggiamento, era stata denunciata per porto armi e oggetti atti ad offendere, in quanto trovata in possesso di un coltellino, oltre a pennarelli e bombolette spray.

Nei giorni successivi, gli agenti del commissariato hanno visionato altre immagini della zona riconoscendo le due ragazze in via Marescotti, dove era stato appiccato un altro incendio, spento dai Vigili del Fuoco. Subito dopo sono state riconosciute nelle immagini in piazza dei Tribunali, dove era stato dato alle fiamme un altro cassonetto.

Entrambe sono state denunciate in stato di libertà per danneggiamento a seguito di incendio e vilipendio della Repubblica, delle Istituzioni costituzionali e delle Forze armate.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento