Cronaca Borgo Panigale

Incidente cisterna in A14, fascicolo per 'disastro colposo' verso l'archiviazione

Gli accertamenti tecnici in corso. Il procuratore Amato spiega come stanno andando avanti le indagini e si sbilancia

"Dal punto di vista penale il processo ha una sua destinazione segnata fin dall'inizio, altrimenti ci saremmo comportati diversamente. Si tratta di aspettare gli elaborati tecnici della Polizia giudiziaria e poi rassegneremo conclusioni che saranno, ovviamente, di archiviazione".

E' il riscontro di Giuseppe Amato, procuratore capo di Bologna che, interrogato dai cronisti, annuncia l'archiviazione per il fascicolo aperto dopo l'incidente della autocisterna di gas in A14, che lo scorso 6 agosto causò la morte di un uomo e il ferimento di altre 145 persone, con danni per circa 10 milioni di euro.

L'ipotesi è di disastro colposo ma tutto fa pensare che via Garibaldi chiederà l'archiviazione per morte del reo. A causare il disastro era infatti stata l'esplosione di un'autocisterna piena di Gpl, dopo che questa per motivi tutt'ora da chiarire si sia schiantata in coda all'A14 tamponando un camion che trasportava vernici. 

Data la dinamica Amato, che conduce l'inchiesta assieme al pm Antonello Gustapane, spiega che "non c'è una fretta particolare di chiudere: diamo tempo a chi deve farlo di sviluppare le conclusioni tecniche". Nei dintorni del luogo dell'accaduto, mentre si stanno ultimando i lavori di rifarcimento della pavimentazione stradale, è andat in scena una cena di quartiere in solidarietà e ringraziamento ai soccorritori, ai feriti e a chi diede una mano quel giorno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente cisterna in A14, fascicolo per 'disastro colposo' verso l'archiviazione

BolognaToday è in caricamento