Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Indice dei prezzi a Bologna: trasporti più cari, salgono gasolio e affitti

Una panoramica sui prezzi al consumo nella nostra città: variazione del +0,7% e tasso stabile al +2%. In febbraio la variazione mensile era del +0,1%, il tasso tendenziale del +2% (

A Bologna nel mese di marzo l'indice dei prezzi al consumo per l'intera collettività ha fatto registrare una variazione mensile del +0,7% ed un tasso tendenziale stabile al +2% (dati provvisori). In febbraio la variazione mensile era risultata del +0,1%, il tasso tendenziale del +2% (dati definitivi). Lo ha reso noto il settore Statistica del Comune.

PRODOTTI ALIMENTARI E BEVANDE ANALCOLICHE. Questo mese la divisione dell'alimentazione registra una variazione mensile di segno negativo (-0,1%); nonostante ciò il tasso tendenziale sale di mezzo punto percentuale e si porta al +3,5%. I cali hanno interessato le classi dei "Vegetali" (-1,7%), delle "Carni" (-0,4%), degli "Olii e grassi" (-0,2%) e dei "Pesci e prodotti ittici" (-0,1%); tra gli aumenti maggiori segnaliamo quelli di "Acque minerali, bevande analcoliche e succhi di frutta" (+0,6%) e di "Pane e cereali", "Frutta" e "Caffé, te e cacao", tutti al +0,5%.

BEVANDE ALCOLICHE E TABACCHI. Nel mese di marzo la divisione registra una variazione mensile pari al -0,1%. In calo le birre e gli alcolici, mentre risultano in aumento i vini. Il tasso tendenziale scende drasticamente e si porta dal +3,3% del mese scorso al +1,9%.

ABBIGLIAMENTO E CALZATURE . L'aumento degli altri articoli di abbigliamento e delle calzature sono stati più che compensarti dai cali che hanno interessato gli indumenti determinando complessivamente una variazione mensile negativa del -0,2%. Il tasso tendenziale scende di oltre un punto percentuale al +1,6%.

ABITAZIONE, ACQUA, ENERGIA ELETTRICA E COMBUSTIBILI.In aumento il gasolio da riscaldamento e gli affitti, calano i combustibili solidi e i prodotti per la riparazione e manutenzione della casa. Complessivamente nulla la variazione mensile, mentre il tasso tendenziale scende di mezzo punto percentuale al +3,9%.

MOBILI, ARTICOLI E SERVIZI PER LA CASA . Tra i maggiori aumenti quelli degli articoli tessili per la casa, dei piccoli elettrodomestici, dei grandi utensili ed attrezzature per la casa ed il giardino e dei piccoli utensili ed accessori vari. +0,1% la variazione mensile e +0,8% quella annua.

SERVIZI SANITARI E SPESE PER LA SALUTE. Nonostante l'aumento dei prodotti farmaceutici e degli altri prodotti medicali, il capitolo non registra alcuna variazione mensile. Il tasso tendenziale, pur rimanendo di segno negativo, sale al -0,2%.

TRASPORTI. In consistente aumento il settore dei trasporti, che registra una variazione mensile del +1,2%. Tra i principali rincari segnaliamo quelli dei trasporti aerei, dei carburanti e lubrificanti, delle auto e dei relativi servizi di manutenzione e riparazione. Il tasso tendenziale tuttavia scende dal + 2,5% di febbraio al +1,7% per il corrente mese di marzo.

COMUNICAZIONI. E' la divisione con il calo mensile più elevato dell'intero indice: -1,1%. In diminuzione gli apparecchi telefonici e telefax ed i servizi di telefonia. Il tasso tendenziale scende dal -4,1% di febbraio al -5,8% per il mese in corso.

RICREAZIONE, SPETTACOLO E CULTURA. Molte le classi di questa divisione che in marzo registrano variazioni positive. Tra le principali quelle dei supporti di registrazione, degli articoli di cartoleria e materiale da disegno, dei giochi e giocattoli, degli apparecchi fotografici e cinematografici e dei pacchetti vacanze. Il tasso mensile risulta pari al +0,1% e quello tendenziale torna nuovamente di segno positivo (+0,5%).

ISTRUZIONE. Nulla la variazione mensile e stabile al +2,2% il tasso tendenziale.

SERVIZI RICETTIVI E DI RISTORAZIONE. E' la divisione che fa segnare la variazione mensile più elevata (+4,5%) dovuta principalmente agli aumenti dei servizi di alloggio in concomitanza con una importante manifestazione fieristica; rincarano anche di bar, ristoranti e simili. Il tasso tendenziale sale e si porta al +3,6%.

ALTRI BENI E SERVIZI.  I cali della gioielleria e orologeria, delle assicurazioni sui mezzi di trasporto e degli altri servizi finanziari hanno determinato una variazione mensile della divisione del -0,1%. Il tasso tendenziale scende leggermente al +2,7%.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Indice dei prezzi a Bologna: trasporti più cari, salgono gasolio e affitti

BolognaToday è in caricamento