rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Cronaca

In Emilia-Romagna il ritorno in classe resta fisso: bocciato l'anticipo al 13 settembre

La risposta negativa è arrivata durante la commissione Cultura in Regione

In Emilia-Romagna si è tornati in classe lo scorso 15 settembre e difficilmente sarà diverso nei prossimi anni. Sì, perché è stata bocciata la richiesta di spostare il giorno della prima campanella al 13 settembre.

A chiedere l'anticipo di due giorni era stata una petizione popolare che spingeva perchè in questo anno scolastico, cioè quello ripartito esattamente due mesi fa, gli studenti della regione tornassero sui banchi non di giovedì (il 15) ma di martedì (il 13).

E la risposta (negativa) è arrivata oggi, cioè a scuola già iniziata. In commissione Cultura in Regione, presieduta dalla dem Francesca Marchetti, è stato dato parere favorevole alla relazione tecnica che, rispondendo alla petizione, boccia la richiesta di riformulazione del calendario scolastico regionale.

Il motivo è appunto semplicissimo: "La Regione nel 2012 si è dotata di un 'calendario perenne' che indica una data di inizio e una data di fine delle scuole oltre alla sospensione delle lezioni per le celebrazioni dei defunti, le festività natalizie e pasquali. Una programmazione che rientra nelle logiche del quadro normativo nazionale e della legge regionale del 2003", ha spiegato Francesca Bergamini, dirigente del settore Istruzione.

La norma nazionale prevede 200 giornate scolastiche, pur con margini di manovra da parte dei singoli istituti scolastici, "e l'avvio del calendario scolastico deve tenere conto di un insieme di aspetti come la completezza degli organici e del margine di autonomia delle scuole nell'organizzare le loro attività", ha aggiunto la dirigente. Insomma, si era deciso per il 15 e il 15 vale per quest'anno (si dice oggi, retroattivamente) ma -par di capire- varrà anche di fronte ad analoghe richieste di inizi in date diverse. (Dire)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Emilia-Romagna il ritorno in classe resta fisso: bocciato l'anticipo al 13 settembre

BolognaToday è in caricamento