rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Imola / Via Carlo Pisacane

Imola, non si fermano all'alt e tentano di investire un agente: scatta un folle inseguimento

L'auto ha viaggiato alcuni chilometri contromano. Dopo una perquisizione nel veicolo sono stati trovati oggetti da scasso

Non si fermano all'alt della Polizia Locale, tentano di investire uno degli agenti e scappano. E' successo a Imola, in via Pisacane, dove 4 persone a bordo di una Citroen si sono lanciate in una folle fuga, inseguite da una pattuglia di agenti.

La Polizia Locale stava effettuando un classico controllo su strada con con l’ausilio del sistema di controllo targhe, recentemente installato, e su segnalazione di alcuni cittadini che avevano notato in precedenza l’auto stavano momitorano una Citroen:  quando la vettura è passata hanno alzato la 'paletta', ignorata completamente dal guidatore, che oltre a fare una manovra azzardata mettendo in pericolo un agente, si è poi diretto verso il centro della città.

Per evitare di essere raggiunti,  l'uomo alla guida ha continuato a fare manovre pericolose mettendo in difficoltà tutti gli altri automobilisti,  viaggiando contromano,  anche  nella rotatoria di via della Resistenza. Sentitisi poi braccati dagli agenti, le persone a bordo della vettura hanno deciso di fermare improvvisamente il veicolo  in via Leopardi, all’altezza di via Negri, scendere e tentare una fuga, scappando tutti in direzioni opposte cercando così  di far perdere le loro tracce.

I due agenti, dopo un ulteriore inseguimento a piedi, e dopo aver scavalcato alcune recinzioni di proprietà private, sono però riusciti a  immobilizzare uno dei fuggitivi dopo una breve colluttazione. Gli altri invece,  sono riusciti a far perdere le loro tracce tra i condomini di via Leopardi e De Gasperi. A essere fermato una giovane di 27anni,  di nazionalità albanese residente a Milano, gravato da diversi precedenti di Polizia.

L'auto è stata subito perquisita, e al suo interno e sono stati rinvenuti vari oggetti da scasso, tra cui un grosso flessibile elettrico ed un piede di porco,  e tutto è stato posto sotto sequestro. Il giovane, dopo gli accertamenti di rito,  è stato deferito all’Autorità Giudiziaria in stato di libertà, per il reato di resistenza in concorso e possesso di oggetti atti ad offendere.  E la Polizia Locale ipotizza che la banda si trovasse fosse intenzionata al compimento di furti in appartamento o proprietà private .

L'assessore alla Sicurezza

La segnalazione precisa, meritoria e attenta di alcuni cittadini che in passato avevano notato l’auto sospetta è stata determinante, unitamente alla tecnologia dei varchi stradali con telecamera Scnnt che sono di grande ausilio per le forze dell’ordine e per la comunità cittadina e dovrebbero essere assolutamente implementati - spiega Andrea Longhi, assessore alla Sicurezza e Legalità -  Il ricorso a tecnologie quali quelle per la lettura targhe è indispensabile per contrastare la microcriminalità e rispondere alla domanda di sicurezza dei cittadini, obiettivo raggiungibile, non solo quindi utilizzando sistemi di video controllo del territorio di tipo tradizionale. Questo sistema di allerta avvisa direttamente sul tablet o sul cellulare l’agente ogni volta che il sistema rileva il passaggio di auto inserite nella cosiddetta black list. L’uso massiccio della videosorveglianza in genere è comunque, senza dubbio, strettamente connesso all’innovazione normativa degli ultimi tempi che ha attribuito ai sindaci specifiche competenze volte a garantire l’incolumità pubblica e la sicurezza urbana. Il futuro, ormai presente e sviluppato, in altre nazioni sarà la tecnologia per il riconoscimento facciale che al momento è in dotazione esclusiva delle polizie nazionali”.

E conclude: "A livello locale per rispondere comunque ad esigenza di prevenzione e sicurezza sono stati acquistati droni che potranno essere usati come ausilio nei rilievi stradali ma anche per monitorare ad esempio le piene del fiume o per altre esigenze di protezione civile senza escludere operazioni di polizia giudiziaria". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imola, non si fermano all'alt e tentano di investire un agente: scatta un folle inseguimento

BolognaToday è in caricamento