Olimpiadi Bologna-Firenze 2032, M5S smorza gli entusiasmi: 'Rischio speculazione'

Se a Firenze i grillini lasciano una porta aperta, a Bologna gli umori sembrano più freddi

Se il M5s di Firenze ha bocciato ma non ha chiuso del tutto la porta all'idea di ospitare le Olimpiadi del 2032 in tandem con Bologna, nel capoluogo emiliano l'accoglienza dei grillini appare più ostile: "Dopo l'esperienza dei Mondiali che ci ha lasciato opere abbandonate (vedi parcheggio del Giuriolo), ho l'impressione che queste cose siano una manna per gli speculatori più che occasioni per la città", dichiara alla 'Dire' il vicepresidente del Consiglio comunale, Marco Piazza. "Quindi, in assenza di ferree garanzie su come vengono spesi i soldi che ad oggi non abbiamo- aggiunge il consigliere comunale pentastellato- siamo molto scettici".

Il dibattito politico sembra dunque avviato, attorno a una idea che comunque necessiterà di inevitabili approfondimenti: fare dell'asse Bologna-Firenze il nucleo di una candidatura del territorio per ospitare i giochi olimpici tra 13 anni. Una scadenza lontana, ma non troppo se si pensa al lavoro che deve essere messo in campo.

Inevitabile si pone la questione logistica: se Bologna e Firenze tutto sommato si mostrano ben dotate sul fronte dei collegamenti, così non si può dire a prima vista per quanto riguarda la dotazione degli impianti sportivi. Del resto il progetto pare orientato non solo alle due città capoluogo, a quei "sistemi territoriali" che fanno intendere una diffusione di un ipotetico villaggio olimpico più ampia, che i più ottimisti vedono coincidere con il perimetro delle due regioni, ovvero Emilia-Romagna e Toscana.

Intanto ieri si sono registrati diversi pareri favorevoli, se non entusiasti, da parte di diverse categorie produttive, dagli artigiani, ai commercianti ai sindacati, nonché anche da alcune forze di opposizione. Il sindaco di Firenze Dario Nardella, primo promoter del progetto ne avrebbe già parlato dell'iter con il presidente del Coni Giovanni Malagò, incassando il sostegno dei 'cugini' emiliani Bonaccini e Merola.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Emilia-Romagna, bollettino 23 maggio: +43 positivi, 193 guariti e calo dei casi attivi

  • Al fiume con gli amici, scompare tra i flutti: ragazzo trovato morto nel fiume Idice

  • Offerte lavoro Bologna fisso mensile

  • Nuova ordinanza Bonaccini: da lunedì aprono centri sociali, circoli, parchi tematici e riprendono gli stage

  • Spostamenti tra regioni in dubbio, Bonaccini: "Prudenza alta, si rischia la chiusura" 

  • Coronavirus Emilia-Romagna, il bollettino del 24 maggio: +45 positivi, 8 decessi

Torna su
BolognaToday è in caricamento