menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto archivio

Foto archivio

Ozzano, nuova ordinanza: mascherine obbligatorie in spazi pubblici, chiusi e privati

Il sindaco Luca Lelli: "E' necessario non abbassare la guardia"

Per cercare di contrastare la diffusione del Coronavirus, la giunta comunale di Ozzano ha varato l'ordinanza che prevede l'utilizzo obbligatorio della mascherina in tutto il territorio. Nel dettaglio si 'ordina':

  1. di disporre l'utilizzo obbligatorio della mascherina in spazi pubblici, chiusi e privati (parti comuni condominiali, uffici, negozi, studi professionali ambulatori,ascensori, sale d'attesa etc)
  2. di invitare all'uso della mascherina in spazi aperti, pubblici o aperti al pubblico , in presenza di piu persone. Resta l'obbligo del distanziamento sociale
  3. fermo restando il rispetto delle misure di distinziamento sociale, di stabilire che le disposizioni di cui all'articolo 1 e 2 non si applicano ai bambini di età inferione ai 6 anni e alle persone che non tollerino l'utilizzo delle mascherine a causa di particolari condizioni psicofisiche attestate da certificazione rilasciata dal servizio sanitario

“Mai come ora è necessario non abbassare la guardia , visto anche che ci sono sempre meno difficoltà a reperire mascherine (non solo grazie alla distribuzione dei comuni ma anche grazie alle cospicue vendite fatte da negozi e farmacie)  - spiega il sindaco Luca Lelli a BolognaToday - e abbiamo fornito gratuitamente negozi e supermercati di mascherine usa e getta da dare alla clientela. Ci sembra corretto che tutti pongano attenzione ai giusti comportamenti".

L'ordinanza è in vigore da domani, 21 aprile 2020, e per chi trasgredisce sono applicabili le multe previste per chi viola le varie norme in questo periodo di emergenza sanitaria, causata dalla diffusione del Covid-19.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Nuovo Dpcm, seconde case e nuove regole: tutte le risposte

Attualità

700 anni dalla morte di Dante, il rapporto con la città: "Prima l'amore, poi i bolognesi all'inferno. Conosceva il dialetto"

social

Oggi è il Blue Monday: il giorno più triste dell'anno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Chioschi a Bologna e provincia: la nostra mini guida

  • social

    Ricette antifreddo: la Zuppa boscaiola

  • Eventi

    "Playlist", il meglio dell'arte quando ArteFiera si ferma

Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento