rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Cronaca Reno / Viale Palmiro Togliatti

Viale Togliatti: calci, pugni e minacce con un coltello: donna aggredita per la borsetta

In tre l'hanno prima importunata, poi tentato di derubarla. Malmenata, la donna è riuscita ad afferrare il cellulare ed allertare i soccorsi, mentre aveva un coltello puntato addosso. Poi, al pronto soccorso, ha incrociato il suo aggressore, che è così finito in manette

Brutta disavventura la scorsa notte per una prostituta albanese di 30 anni, aggredita con violenza da un connazionale che voleva derubarla, mentre la donna si trovava nel piazzale di McDonald’s di viale Palmiro Togliatti.

Era circa l'una della notte, quando la donna ha chiamato i carabinieri, riferendo di essere stata avvicinata da un’auto con tre connazionali a bordo, che dopo averla importunata avevano tentato di rapinarla. In particolare, uno di questi, determinato a impossessarsi della borsa che aveva a tracolla le si era avvicinata spingendola per terra e colpendola con calci e pugni al volto. Ne è nata una violenta colluttazione, nel corso della quale, la donna, seppur sopraffatta fisicamente, è riuscita a difendersi e ad allontanarsi di qualche metro.

A quel punto l’aggressore ha estratto dalla tasca un coltello e si è avvicinato minaccioso alla vittima, che ha pero' avuto la freddezza di prendere il telefonino e comporre il 112 urlando: “Stanno arrivando i Carabinieri!”. Soltanto in quel momento, l’albanese ha gettato via il coltello ed è quindi scappato in auto insieme agli altri due complici che avevano assistito alla scena.
Ai Carabinieri del Nucleo Radiomobile, intervenuti sul luogo, la donna ha consegnato i documenti di riconoscimento e un telefonino cellulare che il suo aggressore aveva smarrito durante la fuga e si è quindi fatta accompagnare al Pronto Soccorso dell’Ospedale Maggiore. Mentre un infermiere le medicava le ferite (trauma cranico non commotivo con ematoma palpebrale sx e trauma toracico sx – 6 giorni di prognosi), la vittima ha riconosciuto colui che l’aveva aggredita in un soggetto arrivato al Pronto Soccorso per farsi medicare una ferita alla gamba.

La donna ha avvisato subito i sanitari che a loro volta hanno chiamato il 112. I militari del Nucleo Radiomobile sono tornati nuovamente in ospedale per identificare l’uomo. Nel corso degli accertamenti è emerso che in effetti si trattava dello stesso albanese che aveva tentato di rapinare la donna. Il soggetto, 29enne domiciliato a Bologna, gravato da precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, ha riferito di essere stato accoltellato a una gamba (15 giorni di prognosi) da uno sconosciuto nel piazzale di McDonald’s di viale Palmiro Togliatti, negando qualsiasi responsabilità in merito all’aggressione subita dalla 30enne.

I Carabinieri lo hanno arrestato per tentata rapina aggravata in concorso e su disposizione dell’Autorità Giudiziaria lo hanno associato alla Casa Circondariale della Dozza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viale Togliatti: calci, pugni e minacce con un coltello: donna aggredita per la borsetta

BolognaToday è in caricamento