Via Rizzoli: punta un'arma e si fa consegnare l'incasso, arrestato dalla Squadra Mobile

Indagini e filmati, hanno permesso agli inquirenti di individuare e fermare il rapinatore

Era entrato all’interno varie volte nel negozio “John Ashfield” di via Rizzoli chiedendo informazioni alla commessa su una
maglia; ma erano solo un pretesto per prendere tempo e aspettare il momento giusto.

Il pomeriggio del 3 giugno, intorno all’orario di chiusura, un italiano 39enne, con diversi precedenti penali, infine, ha puntato, secondo il racconto, la pistola alla commessa intimandole di consegnargli i soldi dell’incasso. Il 5 giugno però è stato rintracciato e fermato dalla Squadra Mobile.

L'uomo, tossicodipendente, era arrivato dalle Marche a Bologna proprio il pomeriggio stesso e, ha dichiarato alla Polizia di aver commesso il reato poiché aveva necessità di acquistare una dose di eroina. A chiamare il 113 era stata la dipendente del negozio, sono dunque partite le indagini e, anche grazie alle telecamere di videosorveglianza installate nella zona, gli inquirenti  hanno individuato il rapinatore che è stato poi rintracciato e fermato.
Gli Agenti della Squadra Mobile della Questura di Bologna, 4^ Sezione Contrasto al Crimine diffuso, sono riusciti a individuare anche l'arma, risultata essere una pistola che spruzza spray al peperoncino e i vestiti che l’uomo indossava al momento dei fatti.
In sede di convalida, il fermo è stato convalidato e al 39enne è stata applicata la misura cautelare della custodia in carcere.

Potrebbe interessarti

  • La mappa degli outlet a Bologna: dove fare ottimi affari

  • Accadde oggi: il 24 giugno crollò la Rupe di Sasso

  • Laghi a Bologna: dove rinfrescarsi lontani dal caos

I più letti della settimana

  • Possibili temporali in arrivo, diramato bollettino di allerta dalla protezione civile

  • Aeroporto, volo Bologna-Kos, passeggeri: "A terra da 12 ore come ostaggi virtuali"

  • Maltempo, grandine in provincia: strade chiuse, auto distrutte e finestre in frantumi

  • Maltempo e grandine: "crivellate" le finestre di via Natali e via Weber

  • Accadde oggi: il 24 giugno crollò la Rupe di Sasso

  • Maltempo e grandine, Caliandro: 'Il Governo risarcisca i danni alle auto private'

Torna su
BolognaToday è in caricamento