Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

4 agosto 1974, San Benedetto Val di Sambro: bomba sul Treno Italicus, 12 morti

Spesso rimosso dalla memoria, ricorre oggi il 39° anniversario della bomba sul treno Italicus a San Benedetto Val di Sambro. Un'altra strage che ha colpito il nostro territorio

Wilhelmus J. Hanema, Raffaella Garosi, Silver Sirotti, Tsugufumi Fukuda, Herbert Kontriner, Maria Santina Carraro In Russo, Nunzio Russo, Marco Russo, Nicola Buffi, Elena Donatini, Elena Celli, Antidio Medaglia, queste le vittime della bomba del 4 agosto 1974, all’una e ventitre, nella vettura 5 sul treno Italicus Roma-Monaco di Baviera. Oltre ai dodici morti, quarantotto feriti.

Dopo il ricordo della strage del 2 agosto, Bologna ricorda anche quell’attentato, spesso dimenticato, attribuito al Fronte Rivoluzionario Toscano e rivendicato dall'organizzazione Ordine Nero attraverso un volantino che dichiarava: "Abbiamo voluto dimostrare alla nazione che siamo in grado di mettere le bombe dove vogliamo, in qualsiasi ora, in qualsiasi luogo, dove e come ci pare. Vi diamo appuntamento per l'autunno; seppelliremo la democrazia sotto una montagna di morti".

Nel primo processo, che si svolge nove anni dopo l’attentato, i giudici ancora una volta chiamano in causa la Loggia P2 di Licio Gelli e i terroristi neri, ma anche per questa tragedia, nessun colpevole e tanti sospetti di depistaggio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

4 agosto 1974, San Benedetto Val di Sambro: bomba sul Treno Italicus, 12 morti

BolognaToday è in caricamento