rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

'Cantiere Bologna', Santori: "Le elezioni comunali? E' troppo presto"

Il leader delle Sardine bolognesi presente al primo evento del nuova rivista web. In sala, tra gli altri anche Matteo Lepore e Pierferdinando Casini

A Bologna si cominciano a gettare le basi per la sfida delle comunali 2021. In sala Borsa, questa sera, va in scena il lancio della rivista web "Cantiere Bologna", in sala tra gli altri il senatore centrista Pierferdinando Casini, il sottosegretario Sandra Zampa, molti volti noti della sinistra e diversi assessori in carica, tra cui il possibile candidato Matteo Lepore.

Ospite del confronto, insieme al direttore dell'Espresso, Marco Damilano, la sardina Mattia Santori, che arriva quando la sala Biagi strapiena è stata chiusa per motivi di sicurezza. Inequivocabili le parole di premessa di Giovanni De Plato, uno degli ideatori dell'iniziativa, che punta a stimolare la sinistra cittadina anche in vista delle prossime comunali: "Il rischio è che l'anno prossimo Bologna sia ancora più contendibile di quattro anni fa con la Borgonzoni. Per questo bisogna voltare pagina".

Santori però, parlando con i cronisti al suo arrivo, si tiene al coperto. Ora i pensieri delle sardine sono tutti per l'evento di Scampia. "Parlare ora delle prossime elezioni a Bologna è prematuro. Lepore come candidato sindaco? Non ho idea". E quando gli si sottopone l'idea di una sinistra così ampia da abbracciare Casini glissa: "Mi fate domande troppo difficili".

Santori si gode però il risultato delle regionali del 26 gennaio. "Il nostro contributo alla vittoria di Bonaccini? Dicono la partecipazione. Il dato sull'affluenza è stata un po' la nostra vittoria, poi sono contento che questo si sia trasformato anche in una razionalità del voto", dice il fondatore del movimento.
(Bil/ Dire)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Cantiere Bologna', Santori: "Le elezioni comunali? E' troppo presto"

BolognaToday è in caricamento