menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Albero pericolante, crolla grosso ramo nel giardino delle scuole Mattiuzzi Casali

Poteva finire male il cedimento di un arbusto da una pianta vecchia e malata, fortunatamente non erano presenti i bambini che lì frequentano il centro estivo. Comune rassicura: l'albero sarà abbattuto, le altre piante non a rischio

Poteva finire male il crollo di un grosso ramo nel cortile delle scuole Mattiuzzi Casali di via Azzurra. Fortunatamente al momento del cedimento, avvenuto ieri pomeriggio, non erano presenti i bambini che lì frequentano   il centro estivo. 

L'attività - fa sapere una nota del comune - continuerà regolarmente, ma si provvederà ad abbattere l'albero (un gelso) nei prossimi . La pianta ha perso un  ramo del diametro di circa 40 centimetri, con intersezione al fusto a 1,5 metri di altezza. La caduta - si è rilevato dopo il sopralluogo - "compromette la stabilità della pianta, che nonostante i 90 centimetri di diametro ora è molto sbilanciata nella chioma e quindi irrecuperabile".

Secondo gli agronomi intervenuti sul posto, le cause che hanno portato il cedimento del ramo sono da attribuire ad alterazioni interne del legno dovute a vecchie ferite da taglio e alle notevoli dimensioni dello stesso, date anche dall'età. L'albero sarebbe l'unico esemplare molto vecchio presente nell'area e considerato il suo valore storico-culturale è stato preservato fino ad ora.
Durante l'ultimo monitoraggio periodico, svolto lo scorso giugno, spiegano dal Comune, non erano stati rilevati danni o sintomi esterni tali da potere dedurre eventuali problemi di stabilità o cedimento imminente dei rami.  

Gli agronomi intervenuti hanno controllato lo stato di tutti gli altri alberi presenti nell'area, non riscontrando sintomi o danni inerenti la stabilità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Superenalotto, la dea bendata bacia Vergato: centrato un '5'

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento