Cronaca

Terrorismo, sottosegretario all'Interno: 'Gli espulsi sono liberi di circolare nei paesi d’origine'

Domenico Manzione si è espresso sulle espulsioni degli islamisti radicali: 'Sono assoggettate alla disciplina giuridica del Paese stesso e quindi, in alcuni casi, potrebbero circolare liberamente'

I potenziali jihadisti espulsi dall’Italia in alcuni casi sono liberi di circolare nei Paesi d’origine”. La pensa così, il sottosegretario all’Interno, Domenico Manzione, che oggi ai microfoni di Radio 24, si è epresso sulle 60 espulsioni di islamisti radicali di quest’anno.

"L’espulsione è una misura preventiva adottata nei confronti di manifestazioni di pensiero pericolose - ha aggiunto Manzione - ma poi le persone espulse sono assoggettate alla disciplina giuridica del Paese stesso e quindi, in alcuni casi, potrebbero circolare liberamente”.

Manzione ha commentato l’ipotesi che alcuni dei kamikaze di Parigi possano essere arrivati sui barconi dei profughi: “Abbinare immigrazione e terrorismo mi sembra fuori luogo. Non si può escludere che una singola persona possa passare attraverso i confini della Grecia con passaporti falsi. Ora è stato trovato un accordo in ragione del quale si fanno i controlli alle frontiere anche per i cittadini europei”.

Sulla proposta di Renzi di estendere il bonus degli 80 euro alle forze dell’ordine, in particolare quelle operative, Manzione ha commentato su Radio 24: “Gli ottanta euro dovrebbero andare a tutti gli appartenenti alle forze dell’ordine, altrimenti ci sarebbe una discriminazione, ma la misura non è ancora operativa perché va inserita nella legge di stabilità”. Manzione su Radio 24 infine ha chiuso sul Giubileo: “L’idea di sospenderlo non l’ho mai sentita all’interno delle istituzioni. Gli attentati hanno colpito luoghi d’aggregazione e quindi capisco che il problema c’è, ma ragionando in questo modo rischiamo di sospendere qualsiasi  attività, non solo il Giubileo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terrorismo, sottosegretario all'Interno: 'Gli espulsi sono liberi di circolare nei paesi d’origine'

BolognaToday è in caricamento