Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Uno Bianca, Zecchi: "Avanti digitalizzazione come con 2 agosto" | VIDEO

Così la presidente dell'associazione dei parenti delle vittime alla commemorazione

 

"Come successo per il processo relativo alla strage del 2 agosto, spero che anche la nostra digitalizzazione porti a qualcosa. Però se non dovesse portare a niente, almeno sgomberiamo il campo da tutto". In sostanza, spiega la presidente dell'associazione dei familiari delle vittime della Uno bianca, Rosanna Zecchi, l'auspicio è che attraverso la digitalizzazione degli atti dei processi riguardanti i delitti commessi dalla banda dei fratelli Savi si possano chiarire tutti gli aspetti di quelle vicende.

Questo, tiene a precisare Zecchi a margine della commemorazione delle vittime a Bologna, non vuole però assolutamente essere un atto di sfiducia verso i magistrati che si sono occupati del caso. "Ho sempre detto- chiosa la presidente dell'associazione dei parenti delle vittime- che i magistrati hanno fatto il loro dovere, ma erano talmente tanti gli episodi criminali che erano successi che non potevano sapere tutto".
Dunque, conclude, la richiesta di digitalizzare gli atti è un gesto "doveroso, che dobbiamo ai nostri morti". 

Mappe Qr Code Uno Bianca

Una mappa digitale interattiva sui delitti della banda della Uno bianca, a cui si può accedere dal proprio pc oppure attraverso i Qr Code che si stanno posizionando sui cippi che ricordano le vittime della banda dei fratelli Savi.
Ad annunciare questa novità è, nel corso della commemorazione delle vittime a Bologna, il vicepresidente dell'associazione dei familiari, Alberto Capolungo.

L'idea della mappa, spiega "è nata due anni fa, quando proposi una collaborazione sulle vicende della Uno bianca a un docente del liceo 'Laura Bassi'", collaborazione che ha portato alla realizzazione di un docufilm e, appunto, della mappa interattiva. Al momento, precisa Capolungo, non tutti i cippi sono dotati di Qr Code, in quanto "alcuni non sono in provincia di Bologna, e come se non bastasse il lockdown e le restrizioni dovute all'emergenza Covid hanno reso ancora più difficoltosi gli spostamenti per i ragazzi".

Infine, in una giornata in cui sono stati citati a più riprese i magistrati che si sono occupati del caso, il vice di Rosanna Zecchi ha voluto citare uno di loro, Valter Giovannini, che "quest'anno, per la prima volta, non partecipa alla cerimonia, in quanto convalescente dopo un intervento chirurgico, ma che ha comunque inviato un messaggio per salutare i presenti e che in questa vicenda ha fatto il suo dovere fino in fondo".

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento