menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Disagio in Zona Roveri: 'Stretti tra capannoni deserti e giardini infrequentabili'

Un rappresentante dei negozi di vicinato espone i problemi della zona in Comune. Palazzo D'Accursio: 'Ci stiamo lavorando, presto novità'

Sono segnali di un disagio quelli riferiti questo pomeriggio da un rappresentante dei commercianti della zona Roveri in commissione affari generali, dove all'ordine del giorno vi era anche una udienza conoscitiva sullo stato dell'arte della sicurezza del rione all'estrema periferia Est della città.

Davanti al tavolo presieduto dalla presidente Lucia Borgonzoni -dove tra gli altri era presente anche l'assessore alla Sicurezza Alberto Aitini e il comandante della Municipale Romano Mignani- il titolare della farmacia Mario Cappelli spiega: "In quella zona si vive più una atmosfera da paese che da città". Atmosfera che non sembra essere delle migliori: "Attorno a noi la crisi ha lasciato molti capannoni deserti, e alcune aree stanno diventando luoghi dove la gente lascia di tutto". Cappelli continua:"Anche i negozi stanno subendo questa situazione" oltre che alla concorrenza degli svariati centri commerciali presenti in zona. Non da ultima anche la situazione del giardino 'Pioppeto Mattei': "Una volta era frequentato da gente del posto, ora è continuamente bivaccato  da persone a tutte le ore" soprattutto durante la bella stagione. Ce n'è anche per l'ex Dazio, che da circa un anno e mezzo è lasciato all'incuria.

Dal Comune fanno sapere, ammettendo alcuni problemi avuti soprattutto l'anno scorso con lo straordinario afflusso di migranti ospiti del vicino Hub, che si sta lavorando ad alcune migliorie. E' il presidente di quartiere Simone Borsari a fare il punto, elencando diverse cose già fatte e altre in corso d'opera. Tra queste anche un bando per la gestione del pioppeto Mattei: "Faremo uscire l'avviso tra qualche settimana" ricorda Borsari.  Per quanto riguarda l'ex Dazio e il comandante Mignani a spiegare: "Siamo intervenuti anche con la Digos, ma non abbiamo trovato situazioni da segnalare".









Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento