Topi d'appartamento in via Bergonzoni: vicina li vede e chiama il 113

Hanno coperto lo spioncino, ma la volante era già in arrivo

Foto archivio

Ha sentio i rumori sul pianerottolo e ha guardato dallo spioncino: i suoi sospetti erano giusti, due uomini stavano cercando di scassinare la porta di ingresso dell'appartamento del suo vicino, così ha chiamato la Polizia.

E' accaduto ieri intorno alle 11 al quarto piano di un palazzo di via Bergonzoni, in zona Saffi: anche i ladri hanno capito che nell'abitazione della testimone, una bolognese di 25 anni, c'era qualcuno così hanno coperto lo spioncino con una mano, ma la volante era già in arrivo. 

Gli agenti hanno bloccato i due ladri sulle scale e hanno fatto scattare le manette: si tratta di un cittadino ecuadoregno di 25 anni e di un cubano di 27, entrambi con precedenti per reati contro il patrimonio e irregolari sul territorio italiano, dovranno rispondere di tentato furto in abitazione in concorso. In tasca avevano cacciaviti e attrezzi da scasso, oltre a poca marijuana. Il processo per direttissima è fissato per oggi. 

"La 25enne è stata molto precisa nella descrizione dei due soggetti e tempestiva nel chiamare il 113, si è trattato quindi di un bel lavoro di squadra tra operatori e cittadini" ha dei ai cronisti la Dirigente dell'U.P.G.S.P., Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblicoAnnalisa Magliuolo. 

L'ARRESTO: GUARDA IL VIDEO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, previsioni per il fine settimana: tornano pioggia e neve

  • Sardine, il 19 gennaio 6 ore di musica e riflessioni: ecco chi salirà sul palco di Piazza VIII agosto

  • Incidente a San Lazzaro: 20enne investito sulle strisce

  • Vuole offrire da bere agli 'amici': invece di ringraziarlo lo aggrediscono e lo rapinano

  • Incidente a Sasso: scontro camion-corriera, passeggeri bloccati vicino il bordo della rupe

  • Furto nella notte: ricco bottino dei ladri nell'azienda in fallimento

Torna su
BolognaToday è in caricamento