Borgo Panigale: rissa in strada, 29enne sfregiato al volto

Ha incontrato la sua ex con il suo nuovo compagno. Prima un alterco animato, poi la lite è degenerata

Lui, lei e l'altro si sono incontrati ieri pomeriggio in un bar di via Pasteur, nel quartiere di Borgo Panigale, dove è subito scattata la rissa. 

La chiamata al 113 è arrivata intorno alle 14 e i testimoni riferivano anche di un giovane che brandiva un'arma da taglio. Sul posto si sono portate tre volanti e i sanitari del 118 che hanno soccorso un 29enne con due vistosi tagli sulla guancia sinistra. La vittima ha raccontato agli agenti di conoscere i suoi aggressori, un uomo e una donna, intercettati e fermati poco dopo in via Bufalini. 

Cosa è accaduto

Il 29enne sulla porta del bar ha incontrato la sua ex, bolognese di 40 anni, e il suo nuovo compagno, 19enne pisano, senza fissa dimora in città. Prima un alterco animato, poi è volato qualche schiaffo. Quando la vittima ha visto il nuovo fidanzato della sua ex prendere a calci e pugni la sua auto parcheggiata in via Bufalini, la lite è degenerata: il 19enne ha raccolto da terra un posacenere rotto e lo ha colpito al volto causando due profonde ferite. Ora è ricoverato all'ospedale Maggiore sotto osservazione, mentre l'aggressore, con qualche precedente per reati contro i patrimonio, è stato ammanettato per lesioni gravissime e sarà processato lunedì 12 novembre per direttissima. Le lesioni sono serie e probabilmente i danni saranno permanenti. Il coltello non è stato trovato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, previsioni per il fine settimana: tornano pioggia e neve

  • Sardine, il 19 gennaio 6 ore di musica e riflessioni: ecco chi salirà sul palco di Piazza VIII agosto

  • Incidente a San Lazzaro: 20enne investito sulle strisce

  • Vuole offrire da bere agli 'amici': invece di ringraziarlo lo aggrediscono e lo rapinano

  • Incidente a Sasso: scontro camion-corriera, passeggeri bloccati vicino il bordo della rupe

  • Rapina la banca, poi confessa davanti al Giudice: “Mio figlio malato, la paga da operaio non basta”

Torna su
BolognaToday è in caricamento