Cronaca

Ingoia una pila e fugge per evitare il rimpatrio

Considerato soggetto socialmente pericoloso, era stato espulso

Era riuscito a non essere rimpatriato inghiottendo una batteria stilo. Considerato soggetto socialmente pericoloso un cittadino tunisino di 23anni, a luglio era stato portato al Pronto Soccorso e, una volta, dimesso si era dileguato. 

Il giovane era finito alla Dozza per spaccio e resistenza a pubblico ufficiale e il 6 luglio era stato scarcerato per fine pena e quindi per essere rimpatriato, ma inghiottì la pila. E' stato visto nuovamente qualche sera fa in via Irnerio e controllato, fornendo un nome falso. Questa volta è stato portato all'aeroporto di Milano Malpensa e rimpatriato in Tunisia.

Agli inizi di settembre, un episodio simile: un cittadino marocchino di 24 anni, una volta salito a bordo dell'aereo, aveva finto un malore, dicendo di aver ingoiato una lametta

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ingoia una pila e fugge per evitare il rimpatrio

BolognaToday è in caricamento