Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca Centro Storico / Via San Vitale

Un 32enne si prende un pugno e una testata in via San Vitale per aver "riso di loro"

Ridevano fra loro ma un bolognese di 42 anni ha creduto che stessero prendendo in giro dei pakistani: così è partita l'aggressione finita al Sant'Orsola

Una testata e un pugno in faccia per 'punire' quella che credeva fosse una risata di scherno verso un gruppo di pachistani. Sarebbe questa la scintilla che ha scatenato un'aggressione avvenuta verso le 22.30 di ieri in via San Vitale. A farne le spese è stato un 32enne di Reggio Calabria, 'steso' a suon di botte da un bolognese di 42 anni, che alla fine è stato denunciato dalla polizia per lesioni personali.

L'EQUIVOCO FINISCE AL PRONTO SOCCORSO. Il calabrese era in compagnia della moglie e di una coppia di amici di origine marocchina: una loro risata sarebbe stata male interpretata dal bolognese, che si è avvicinato e ha chiesto perché stessero deridendo alcuni pachistani che lavoravano in un negozio lungo la via. La loro risposta, per spiegare che stavano ridendo per fatti loro, non ha calmato il 42enne: l'uomo si è scagliato contro il calabrese, facendolo cadere a terra, e ha tentato di colpire anche l'amico marocchino, per poi allontanarsi. Il ferito è stato soccorso dal 118 e accompagnato all'ospedale Sant'Orsola. L'aggressore, già noto alle forze dell'ordine, è stato rintracciato dalla polizia in viale Filopanti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un 32enne si prende un pugno e una testata in via San Vitale per aver "riso di loro"

BolognaToday è in caricamento