Cronaca Viale Antonio Aldini

Incendio in viale Aldini: il pm chiede la consulenza tecnica

Infine sarà un consulente a stabilire le cause dell'incendio nell'appartamento di viale Aldini che ha ucciso Anna Maria Rinaldini e il figlio Alexis Vidakis

Il pm Francesco Caleca ha disposto una consulenza tecnica per accertare come si è innescato l'incendio, in cui ieri sono morti Anna Maria Rinaldini, 74 anni e Alexis Vidakis, 46. L'autopsia stabilirà le cause della morte in giornata e sarà effettuata dal medico legale Chiara Mazzacori che ieri ha già svolto un'ispezione esterna. Il cadavere dell'uomo, trovato riverso nel corridoio vicino al bagno - il punto da cui dovrebbe essere partito il rogo  - era quasi completamente carbonizzato, mentre l'anziana era su un letto e forse è morta asfissiata.

INCHIESTA. L'inchiesta, contro ignoti, è per omicidio colposo e incendio. Non ci sono, in ogni caso, tracce di intervento di altre persone: la porta era chiusa dall'interno e non sono stati trovati resti di liquido che potesse accelerare le fiamme. La condizione della casa era fortemente degradata, con cianfrusaglie e oggetti vari, accumulati dappertutto. La polizia sta facendo accertamenti sulle frequentazioni delle due vittime, descritte dai vicini come molto riservate: l'uomo, che si occupava di produzioni cinematografiche e accudiva la madre che comunque non risulta che avesse particolari problemi se non qualche acciacco legato all'età. Non risultano neppure segnalazioni alle forze dell'ordine per liti, né precedenti di polizia, né che le due persone fossero seguite dai servizi sociali o in cura. Tra i dettagli che hanno attirato la curiosità di chi indaga, il fatto che disponevano di due automobili, dello stesso modello e dello stesso colore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio in viale Aldini: il pm chiede la consulenza tecnica

BolognaToday è in caricamento