rotate-mobile
Economia Fiera

Imprese, il vertice dell'Expò dice sì alla ricapitalizzazione

Pd: rafforziamo una società importante per il territorio. La Lega presenta un emendamento per aumentare la ricapitalizzazione di 500mila euro portando l'aumento di capitale a un totale di 3 milioni di euro

Disco verde da parte del vertice di Bologna Fiere all'aumento di capitale da parte della Regione nei confronti dell'Expò felsineo. A dare un giudizio positivo all'aumento fino a 2,5 milioni di euro è stato il presidente di Bologna Fiere Gianpiero Calzolari, intervenuto ieri nel corso di un'audizione che si è tenuta nella commissione Politiche economiche, durante la quale i relatori di maggioranza e di minoranza hanno illustrato nuovamente il provvedimento.

Per il Partito Democratico l'obiettivo è "il rafforzamento del nostro sistema fieristico, visto che la Fiera di Bologna è di dimensioni internazionali e agisce in modo da proiettare anche all'estero il mercato locale". Dal canto suo la Lega ha sottolineato di essere "favorevole all'aumento di capitale visto che la Fiera di Bologna è un asset di primaria importanza ed è giusto che sia supportata dagli enti pubblici". Il Carroccio ha presentato, quindi, un emendamento affinché la ricapitalizzazione passi da 2,5 milioni a 3 milioni di euro.

"Ringrazio per l'attenzione che i relatori hanno dato alla Fiera di Bologna", spiega Calzolari, che sottolinea l'importanza delle attività della Fiera bolognese.

I numeri di Bologna Fiere

A illustrare lo stato di salute di Bologna Fiere è stato il dirigente dell'Expò Fabio Pericolini che ha sottolineato come, "numeri alla mano", Bologna Fiere sia "al top a livello nazionale e internazionale con forti fatturati sul mercato estero". Nel 2019, ultimo anno prima della pandemia, il fatturato era in crescita da anni e si assestava sui 200 milioni di euro, ma il Coronavirus ha colpito duro visto che nel 2020 il fatturato ha fatto registrare un calo pari al 75% e il ritorno alla normalità è previsto per il 2024-2025.

Pericolini ha anche illustrato il nuovo Piano industriale, pari a 46 milioni di investimenti, che prevede diversi obiettivi fra cui: la valorizzazione delle potenzialità della città di Bologna, investimenti e ampiamento della gamma dei servizi, manutenzione e riqualificazione del quartiere fieristico con l’estensione dell’attuale spazio per aumentare l’attività espositiva. Aspetto, quest'ultimo, su si è soffermato il direttore di Bologna Fiere Antonio Bruzzone.

Nella sua replica la giunta   ha ribadito i motivi che hanno spinto l'amministrazione regionale a presentare il progetto di legge di ricapitalizzazione alla base della quale c'è il fatto che le istituzioni e la Regione per prima credono nella Fiera con l'obiettivo di riempire sempre più il calendario degli eventi aumentando il numero delle kermesse.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imprese, il vertice dell'Expò dice sì alla ricapitalizzazione

BolognaToday è in caricamento