rotate-mobile
Politica

La bolognese Bernini: "Stalking politico-giudiziario contro Silvio Berlusconi"

"Si vorrebbe negare al leader del centrodestra perfino il diritto di ammalarsi": La Bernini parla di emergenza democratica

"Ormai solo il Presidente Napolitano per la sua saggezza, imparzialità, per le doti di equilibrio che tutti gli riconoscono e le alte funzioni che la Costituzione gli assegna, può ristabilire con un suo intervento la serenità della vita democratica compromessa dallo stalking politico-giudiziario contro Silvio Berlusconi". Lo chiede Anna Maria Bernini, portavoce vicario del Pdl, a proposito delle vicende relative all'ex premier.

NEGATO IL DIRITTO DI AMMALARSI A BERLUSCONI. "Si vorrebbe negare al leader del centrodestra - dice la Bernini - perfino il diritto di ammalarsi, un accanimento che meriterebbe di esser classificato in psichiatria tra le ossessioni impulsive. Berlusconi deve concentrarsi sulla guarigione per partecipare con tutte le energie fisiche e mentali all'insediamento del nuovo Parlamento, all'elezione dei Presidenti delle Camere e del Capo dello Stato, e alla formazione del Governo. Alla vigilia di una delle fasi più complesse e delicate della storia repubblicana, l'Italia non può dover affrontare, insieme alla crisi politica ed economica, anche un'emergenza democratica".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La bolognese Bernini: "Stalking politico-giudiziario contro Silvio Berlusconi"

BolognaToday è in caricamento