Politica

Il Presidente Vasco Errani revoca l'assessore all'ambiente Sabrina Freda

Tolte le deleghe all'assessore all'ambiente Sabrina Freda, dell'Italia dei Valori. Errani: "Oggi ho deciso dopo una riflessione che ho svolto a partire dall'inizio di agosto"

Il presidente della Regione Emilia-Romagna Vasco Errani ha tolto le deleghe all'assessore all'ambiente Sabrina Freda, dell'Italia dei Valori. ''Oggi ho deciso - ha detto - dopo una riflessione che ho svolto a partire dall'inizio di agosto ed un confronto approfondito, di revocare l'incarico all'assessore Sabrina Freda''.

Contrasti tra Errani e la Freda in particolare sul tema del piano dei rifiuti, sul quale l'assessore all'ambiente aveva avuto scontri,che avevano fatto piuttosto arrabbiare Errani, relativi anche alle multiutility e alcune amministrazioni provinciali. ''Questa mia decisione - ha spiegato Errani - è maturata esclusivamente dalla constatazione che, di fatto, sono via via venuti meno quello spirito di collaborazione, di collegialità e quel metodo di confronto aperto e costruttivo con le altre istituzioni e l'intera società regionale che per me sono irrinunciabili e a fondamento del lavoro della Giunta. Di ciò non posso che prendere atto con rammarico, ringraziando l'assessore per l'impegno comunque profuso. Non c'è dunque un problema politico''. Errani ha assunto ad interim le deleghe, aggiungendo di confermare il programma e la linea politica della Giunta.

LA REAZIONE DI SABRINA FREDA. "Non si tratta di rapporti personali deteriorati, ma proprio di ragioni politiche. La salute dei cittadini è stata sconfitta dagli interessi delle multiutilities''. Lo sostiene Sabrina Freda, ormai ex assessore regionale all'ambiente dopo che il presidente dell'Emilia-Romagna Vasco Errani gli ha revocato le deleghe. ''Ringraziando il presidente Errani per la fiducia che a suo tempo ha deciso di accordarmi affidandomi un ruolo così importante - ha commentato con una nota - non posso certo condividere le motivazioni della sua decisione. Nell'assumere l'incarico credo di aver svolto al massimo delle mie possibilità e con il massimo impegno il mio lavoro, pensando di seguire il programma di mandato, ma sono state tante le divergenze sorte in questi mesi nell'affrontare tematiche ambientali rilevanti, sempre nell'interesse della salute dei cittadini''. La Freda elenca i motivi che, a suo avviso, hanno portato alla sua rimozione: ''penso all'impegno perché la Regione Emilia-Romagna non modificasse il perimetro delle zone vulnerabili ai nitrati, nonostante l'opposizione del mondo agricolo, penso all'attenzione costante nel monitorare l'impatto degli impianti eolici industriali, di quelli a biomasse e del fotovoltaico a terra. Ma soprattutto penso alla battaglia per il piano regionale di gestione dei rifiuti come strumento per superare la logica dell'industria dello smaltimento e per dare corpo a politiche di reale sostenibilità. Ma evidentemente gli interessi delle multiutilities hanno finito per avere la meglio, come il recente caso dell'inceneritore di Modena ha ampiamente dimostrato''.

RAPPORTI CON IDV. Non c'è un problema politico, la decisione da parte del presidente Errani è un problema di rapporti personali, con l'Idv, insomma, non c'è nessuna rottura'', così Silvana Mura, responsabile dell'Idv dell'Emilia-Romagna "voglio cogliere l'occasione - ha detto la Mura - per ribadire stima e apprezzamento per la Freda, sulla cui preparazione e competenza nessuno ha da eccepire. L'Idv le è grato per il lavoro che ha svolto. Sotto il profilo politico non c'è nessuna rottura: Errani mi ha chiamata per informarmi e ha spiegato bene i motivi della sua decisione. Adesso l'Italia dei Valori gli chiederà un incontro per fare il punto sul programma e rilanciare l'azione di governo del centrosinistra per il prossimo biennio''.

"Confidiamo che il programma sui temi ambientali sottoscritto da noi al tempo, possa (e debba) continuare anche tramite l'assunzione da parte del governatore delle relative deleghe. Dobbiamo procedere sulla strada già tracciata dai piani preliminari approvati in questi mesi''. Così la capogruppo dell'Idv in Regione, Liana Barbati, precisa in una il proprio commento sulla decisione del presidente Errani di revocare a Sabrina Freda (Idv) le deleghe di assessore all'ambiente.

''Sabrina - prosegue la consigliera Barbati - rimane per tutti noi una persona capace e degna di stima e sarà nostra cura portare avanti quanto fatto fino ad ora per il benessere dei cittadini''. Sulla composizione della Giunta regionale la capogruppo rileva che ''presto in consiglio voteremo la riduzione del numero degli assessori, un tema caldeggiato fortemente dall'Italia dei Valori in un'ottica di riduzione della spesa pubblica: un obiettivo in cui continuo a credere, mi interessano i programmi politici non le poltrone''. ''Se la questione non è politica, come presidente del gruppo assembleare ribadisco che l'Italia dei Valori crede in questa maggioranza'', sottolinea Barbati: ''Sono convinta che ora sia assolutamente necessario incontrarci con il presidente Errani al più presto per definire meglio il rapporto di collaborazione con i consiglieri dell'Italia dei Valori''.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Presidente Vasco Errani revoca l'assessore all'ambiente Sabrina Freda

BolognaToday è in caricamento