menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Succedeva il 12 febbraio, addio a due grandi: Giacomo Bulgarelli e Freak Antoni

Il 12 febbraio non è una "buona" data per Bologna: nel 2009 ci lasciava il campione rossoblù, nel 2014 Freak Antoni

Il 12 febbraio non è una "buona" data per Bologna: 10 anni fa se ne andava il "capitano" del Bologna Giacomo Bulgarelli. Amatissimo in città per aver indossato per tutta la carriera calcistica la maglia rossoblù, dal 1958 al 1975. Malato di tumore, è morto a Villa Nigrisoli, dove era ricoverato, a 69 anni. Fu l'allora sindaco di Bologna Sergio Cofferati a proclamare, per il giorno dei funerali celebrati nella Cattedrale di San Pietro, il lutto cittadino, per la prima volta per uno sportivo. Il Comune ha intitolato al campione un giardino in via della Certosa, accanto allo Stadio Dall'Ara. 

Bologna intitola un giardino a Giacomo Bulgarelli 

5 anni dopo, a quasi 60 anni muore Freak Antoni, al secolo Roberto Antoni, frontman degli Skiantos. Anche lui malato di tumore, se ne andò a causa di un aggravamento della malattia la mattina del 12 febbraio. Il suo ultimo pensiero è andato a tutti gli artisti che avevano condiviso con lui sessioni musicali, produzioni, serate divertenti fatte di musica e scantinati. Per ricordarlo, l'orchestra del festival di Sanremo, condotto da Fabio Fazio (dal 18 al 22 febbraio), si esibì durante la prima serata in "Mi piacciono le sbarbine". Al cantante, nel giardino di via Azzogardino, a giugno del 2018 è stata inaugurata una statua. 

L'ultimo saluto: 'sbarbi' e 'sbarbine' verso la camera ardente 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lo sapevi che .... anche Bologna aveva un porto?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento