rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Cronaca

Addio ad Alan Taylor, produsse Vasco Rossi e scrisse sue canzoni

Lui, insieme al Blasko, l'autore di Albachiara e Fegato spappolato. Si è spento ieri all'Hospice dell'Ospedale Bellaria. I funerali domani al cimitero di Casalecchio di Reno

Il musicista inglese Alan Taylor, 64 enni è morto ieri all'Hospice dell'Ospedale Bellaria di Bologna, città in cui risiedeva da molti anni. Oltre ad essere stato il produttore dei primi tre dischi di Vasco Rossi ('Cosa vuoi che sia una canzoné, 'Non siamo mica gli americani' e 'Colpa d'Alfredò), con il rocker di Zocca Taylor scrisse anche diversi brani, tra cui 'Albachiara' e 'Fegato spappolato', ma Taylor ha vissuto in prima persona l'era beat. Giovanissimo entrò a fa parte come bassista e cantante della band 'The Casuals, che si fece conoscere a Milano nel 1966 per una serie di concerti e che poi inizio' anche una collaborazione con Gino Paoli, con cui incisero un lp in italiano, una facciata a testa. Nel 1969 parteciparono al festival di Sanremo 1969 con 'Alla fine della strada' (in coppia con Junior Magli), che Tom Jones portò al successo come 'Love me tonight'. Nel 1971 Taylor formò il gruppo 'Ping Pong' e nel 1975 i 'Bulldog' (con tra gli altri, Celso Valli, Mauro Malavasi e Silvano Silvi), realizzando sei album, tutti entrati nei primi posti della classifica della Disco Music negli Stati Uniti, coronando il sogno di Taylor di "fare musica in Italia con testi in inglese e venderla agli americani". I funerali si svolgeranno domani alle 14 al cimitero di Casalecchio di Reno.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio ad Alan Taylor, produsse Vasco Rossi e scrisse sue canzoni

BolognaToday è in caricamento