rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Cronaca

Alluvione, estate di cantieri: ecco la mappa dei lavori nel bolognese

Dall'Idice al Ravone, dal ponte della Motta al Sillaro di lavoro agli interventi di somma urgenza e alla rimozione dei detriti

Estate di cantieri per gli interventi urgenti e il ripristino di strade e aree danneggiate dalle alluvioni. Dal torrente Idice al Lamone, dal fiume Savio ai torrenti dell’Appennino emiliano, alla grande frana di Ca’ Lita, si ripristina gli argini, si puliscono i letti dei fiumi con la rimodellazione degli alvei e la riparazione di opere idrauliche.

Sono circa 80 gli interventi sui principali corsi d’acqua esondati, per un totale di oltre 116 milioni di euro. Si tratta delle opere più urgenti avviate dalla Regione, attraverso l’Agenzia per la Sicurezza territoriale e la Protezione civile, per affrontare le criticità aperte sul territorio in seguito all’ondata di eventi meteo eccezionali.

Lungo il Savena, tra detriti e strade mangiate dall'acqua

“L’impegno è massimo e si sta lavorando senza sosta per ripristinare condizioni di sicurezza dei fiumi nei territori colpiti- spiega Irene Priolo, vicepresidente con delega alla Protezione civile-. I cantieri aperti su fiumi e torrenti emiliano-romagnoli, dal valore complessivo di circa 116 milioni di euro, fanno parte del pacchetto di 400 milioni per opere di somma urgenza già segnalate come assoluta priorità al Governo, e per le quali attendiamo al più presto il trasferimento delle risorse. Gli interventi in corso- prosegue la vicepresidente- significano la presenza di imprese operative, operai all’opera, professionisti in campo per coordinare gli interventi: tutti attivati in somma urgenza, cioè prima di disporre delle somme necessarie per pagare i lavori, ancora da trasferire al commissario Figliuolo. Siamo in attesa, appunto, della pubblicazione del relativo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri. Serve fare in fretta perché l’autunno è alle porte e non si può perdere tempo, ecco perché dobbiamo lavorare anche per pianificare gli ulteriori interventi urgenti che ancora non hanno una copertura finanziaria. La situazione- conclude Priolo-, soprattutto in collina e Appennino, è complessa”.

26 cantieri a Bologna e provincia: la mappa

Nel bolognese sono in corso 26 interventi di somma urgenza per un totale di circa 54 milioni di euro.

  • Tra le opere principali, i lavori – dal valore di 32 milioni di euro – lungo il torrente Idice nella zona del Ponte della Motta, tra Budrio e Molinella, dove gli argini erano collassati a causa della piena del fiume per un tratto di circa 3,5 chilometri. Tra Medicina e Molinella, si sta lavorando per il ripristino dell’erosione della coronella e delle paratoie della chiavica Accursi, danneggiata dal maltempo (500mila euro).
  • In comune di Bologna, si sta eseguendo il ripristino dell’officiosità idraulica del corso collinare del torrente Ravone (150mila euro). Altri 80mila euro si stanno investendo per la sistemazione dell’argine del Lavino nei pressi di via E. Lepido. Lavori di somma urgenza sul Ravone vedono la rimozione del materiale litoide, terroso e vegetale trasportato dalle acque nel tratto di valle lungo via del Chiù a Bologna, tra via Saffi e via Agucchi (80mila euro).
  • Lungo il Sillaro, a Medicina, è avviato il ripristino del corpo arginale in corrispondenza di via Dozza e di via Bassa nella località Portonovo (3 milioni); si stanno sistemando le erosioni delle sponde tra Imola e Medicina (2 milioni).
  • A Imola, si sta riparando la rotta in destra idraulica a livello di via Ladello, nella località di Sesto Imolese (200mila euro); altri 500mila euro si stanno investendo per il ripristino dell’argine del torrente Sillaro in corrispondenza di via Nuova, e tra via di Dozza e via Vespignana.
  • A Valsamoggia, nella località Monteveglio, si sta lavorando per la ripresa di erosioni delle sponde e la rimozione di materiale fluitato, oltre che per sistemare opere idrauliche danneggiate e movimentare materiale alluvionale nei tratti collinari del bacino del torrente Samoggia (500mila euro).
  • Lungo il Savena Abbandonato, si sta effettuando la ripresa di smottamenti spondali e frane arginali nella località Cadriano (Granarolo dell’Emilia) e Capo D’Argine (Minerbio); si tratta di lavori per 150mila euro. 
  • Sul Lavino, a Rivabella di Zola Predosa, si sta operando per ripristinare i danni alle opere idrauliche nei pressi delle casse di espansione del torrente (250mila euro).
  • Intervento in corso anche per la ripresa di smottamenti e frane spondali e rimozione di alberature cadute nel Canale Navile nel tratto da Corticella (Bologna) a Castello (Castel Maggiore) per 80mila euro; per il ripristino della funzionalità della cassa di espansione delle piene del Canale Navile è in esecuzione un intervento di 200mila euro a Bentivoglio.
  • Sulla Cassa delle Budrie, tra San Giovanni in Persiceto e Anzola dell’Emilia, si stanno sistemando i danneggiamenti allo sfioratore e alle arginature, con la rimozione di tronchi ed edifici pericolanti. 
  • A Sala Bolognese risultano in corso lavori da 800mila euro per il ripristino dei danni alle opere idrauliche del bacino del torrente Samoggia e del fiume Reno; tra Malalbergo e Baricella interventi per assicurare l’officiosità idraulica del corso del Canale Savena Abbandonato (300mila).
  • La rimozione di detriti, accumuli di materiale vegetale e frana stanno interessando anche vari corsi d’acqua demaniali nei comuni di Sasso Marconi, Marzabotto, Vergato, Bologna, Pianoro, Monzuno, San Lazzaro, Monterenzio, Castel San Pietro, Casalfiumanese (lavori per 450mila euro).

I cantieri nelle altre province

In particolare, sono in corso 22 cantieri in provincia di Ravenna, per un investimento complessivo di circa 41 milioni di euro; 14 nel forlivese-cesenate, per 13 milioni e 600mila euro; 9 somme urgenze riguardano la provincia di Rimini, per circa 4 milioni; 6 si stanno realizzando nel modenese, con lavori per circa un milione di euro; due nel reggiano, per 3 milioni.

Val di Zena dopo l'alluvione

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alluvione, estate di cantieri: ecco la mappa dei lavori nel bolognese

BolognaToday è in caricamento