menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Abusi sessuali e torture su minori messe online: arrestato imolese tecnico dell'ospedale

Un'indagine che ha visto lavorare in sinergia Polizia Postale italiana e tedesca: dopo perquisizioni in tutta Italia, l'operazione eDonkey2000 ha visto un arresto anche a Bologna

Arrestato un 43enne di Imola per il reato di detenzione e divulgazione di video pedopornografici sul web. Le manette sono scattate dopo una serie di perquisizioni lungo tutto lo Stivale (al vaglio pc, hard disk pen drive e memorie varie) che hanno portato alla luce un sistema di condivisione di video nei quali si vedono bambini vittime di abusi sessuali e persino torture.

Come specifica la Questura di Bologna si tratta di un tecnico dipendente all'Ospedale di Imola sposato con un figlio. Dalla perquisizione è emersa una enorme quantità di materiale pedopornografico in suo possesso, con video di rapporti sessuali con bambini piccolissimi e "scene raccapriccianti", come le descive la Polizia Postale. Arresto già convalidato.

SCARICAVANO E CONDIVIDEVANO I VIDEO ONLINE. L'operazione della Polizia, partita da Catania e chiamata eDonkey2000, proprio come il programma peer2peer con cui i file venivano scaricati e condivisi dagli utenti (come avviene per esempio con Torrent) è stata condotta in tandem con le forze dell'ordine tedesche, sinergia che si è rivelata indispensabile per il lavoro di identificazione degli indagati. Le indagini naturalmente sono ancora in corso e oltre al bolognese, è finito in manette anche un milanese di 63 anni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

  • Homepage
  • Ultim'ora
  • Cronaca
  • Zone e Quartieri
  • Sport
  • Politica
  • Eventi
  • Cinema
  • Economia e Lavoro
  • Salute
  • Attualità
  • Ambiente
  • Video
  • Foto
  • Notizie dall'Italia
  • Meteo
  • Segnalazioni
  • Opinioni
BolognaToday è in caricamento