Cronaca Navile / Via Stalingrado

Autovelox via Stalingrado, multa cancellata: il Comune va in Appello

Un automobilista ha fatto ricorso per un eccesso di velocità registrato dall'occhio elettronico. Il Giudice gli ha dato ragione perchè: "Via Stalingrado non sarebbe idonea all'autovelox"

Multato a seguito del rilevamento di velocità su via Stalingrado fa ricorso e il Giudice di Pace annulla la sanzione: è accaduto a un automobilista bolognese che ha superato il limite davanti all'occhio elettronico e che poi attraverso il suo avvocato ha sostenuto che la strada in oggetto non sarebbe classificata come "urbana di scorrimento" e quindi non idonea a ospitare l'autovelox. 

Immediata la risposta del Comune di Bologna, che adesso rischia di vedersi arrivare decine di altri ricorsi: "Rispetto alla sentenza del Giudice di pace di Bologna riguardante una sanzione elevata per superamento dei limiti massimi di velocità attraverso l’autovelox di via Stalingrado, il Comune di Bologna fa sapere che proporrà appello contro il pronunciamento. Prosegue invece il confronto avviato con la Prefettura di Bologna sulla localizzazione degli autovelox, alla luce della lettera inviata all’Amministrazione Comunale dall’ex Prefetto Ennio Sodano".

Sulle pagine de Il Resto del Carlino si legge che "L'avvocato Francesca Rabacchi (il legale dell'automobilista multato ndr) scopre che via Stalingrado non avrebbe i requisiti fissati dal Codice dalla Strada per ospitare dispositivi fissi di rilevazione della velocità. Via Stalingrado, infatti, non sarebbe classificata come strada urbana di scorrimento, l’unica categoria di strade urbane per cui la legge prevede l’uso di velox da remoto".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autovelox via Stalingrado, multa cancellata: il Comune va in Appello

BolognaToday è in caricamento