rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Cronaca

Ambiente: a Bologna 700mila euro per 33 mezzi a basso impatto

La Regione ha stanziato 4 milioni totali da destinare agli Enti locali per 174 nuovi veicoli ecologici

La Regione ha stanziato 4 milioni da destinare agli Enti locali per acquistare 174 nuovi veicoli a basso impatto, 727mila euro a Bologna, quindi auto di servizio, scuolabus e mezzi operativi come trattori, macchine da lavoro o carrelli semoventi elettrici o ibridi.

È l’esito del bando lanciato nei mesi scorsi dalla Giunta Regionale, su impulso dell’Assemblea, rivolto ai Comuni della pianura e del bolognese coinvolti nel Piano straordinario per migliorare la qualità dell’aria.

“L’iniziativa era stata condivisa con i sindaci- spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Irene Priolo- attraverso un serie di incontri dedicati alle misure per dare un taglio alle emissioni, e si è rivelata un successo: sono arrivate numerose domande e di fatto si è esaurita la somma che era stata messa sul piatto, pari a 4 milioni e mezzo di euro. Migliorare la qualità dell’aria è un obiettivo prioritario e riguarda tutti: le amministrazioni municipali hanno colto la portata della sfida e hanno dimostrato di voler fare squadra con la Regione per abbattere le emissioni e ridurre le polveri sottili”.

Nel complesso sono state finanziate 143 domande: tra queste, anche quelle degli enti che hanno richiesto e ottenuto un doppio contributo, per acquistare due veicoli.

Nel dettaglio, con circa 2 milioni messi a disposizione dal bando sono in arrivo 106 nuove auto o piccoli bus elettrici fino ad 8 posti a sedere (categoria M1). Il contributo regionale copre fino al 75% della spesa sostenuta, per un massimo di 20 mila euro. L’importo sale a 30 mila euro per due scuolabus elettrici e per i 71 mezzi operativi con alimentazione elettrica, ibrida benzina/elettrico full hybrid o hybrid plug in.

I contributi per la provincia di Bologna 

27 enti locali riceveranno in tutto quasi 727 mila euro per acquistare 33 nuovi mezzi ecologici. Sono in arrivo 20 auto, rispettivamente una ciascuno per i Comuni di Pieve di Cento, che ha ottenuto un finanziamento di 21.975 euro; San Giovanni in Persiceto, Castel Maggiore, Castenaso, Minerbio, Dozza e Imola (20.000 a testa); Sala Bolognese (19.700 euro), Pianoro (19.489 euro) e San Pietro in Casale (17.400); Budrio (17.250); Malalbergo (15.480); Argelato (16.125).

Insieme all’auto, saranno acquistati anche 7 mezzi operativi elettrici o ibridi benzina/elettrico full hybrid o hybrid plug in - ad esempio un trattore, una gru o un escavatore – in ciascuno dei seguenti Comuni: Anzola dell'Emilia, a cui sono spettati 50.000 euro; Zola Predosa (49.550); Sasso Marconi (46.992,50); Mordano (43.748,37); Valsamoggia (42.401,76); Crevalcore (39.505,27) e Granarolo (16.127,03). 

Il solo mezzo operativo verrà infine sostituito anche a Budrio (23.992), Calderara di Reno (29.371 euro), Castello d'Argile (26.056), Medicina (24.888), Ozzano dell'Emilia (30.000) e San Giorgio di Piano (30.000).

Inquinamento, tornano le misure anti-smog del Piano aria

Città metropolitana: 39 milioni per 92 bus "green", ibridi, elettrici e a idrogeno

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ambiente: a Bologna 700mila euro per 33 mezzi a basso impatto

BolognaToday è in caricamento