Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Bimba morta a 6 mesi dopo visita al PS: il Gip non archivia, proseguono le indagini

La piccola Alice, di soli 6 mesi, era morta dopo una visita all'ospedale di Bentivoglio: il giudice ha rifiutato la richiesta di archiviazione. Un'accusa di omicidio

Il Gip di Bologna Andrea Scarpa non ha accolto la richiesta di archiviazione e ha disposto la restituzione degli atti al pubblico ministero, in modo che venga approfondito ulteriormente il caso della piccola Alice, bimba morta a sei mesi il 3 agosto 2011, poche ore dopo essere stata visitata al pronto soccorso dell'ospedale di Bentivoglio.

ACCUSA DI OMICIDIO COLPOSO. La decisione del giudice è arrivata dopo la richiesta presentata dal pm Beatrice Ronchi il 18 maggio 2012, di fronte alla quale i genitori della bambina (assistiti dall'avvocato Alessandro Valenti che oggi rende noto l'esito) avevano fatto opposizione. L'udienza davanti al gip si era tenuta il 29 novembre. Nell'atto di opposizione, informa il legale, "venivano tra l'altro rilevati numerosi profili di negligenza a carico del medico di P.S. di turno, indagato per omicidio colposo, quali l'omessa verifica del grado di idratazione, la mancata registrazione del peso corporeo, l'omessa misurazione della temperatura corporea, l'erronea valutazione del vomito incoercibile, l'omessa valutazione della presenza del sangue nelle feci".

IL GIUDICE HA RESPINTO L'ARCHIVIAZIONE DEL CASO. Il giudice, si legge nell'ordinanza che respinge la richiesta di archiviazione, rileva come "non possono essere considerate esaurienti, allo stato, le conclusioni dei consulenti del Pubblico Ministero, non risultando se sia stato eseguito il protocollo adottato dalla Pediatria dell'Ospedale di Bentivoglio (...) se la visita eseguita (...) sia stata corretta secondo tali parametri ovvero la condotta (negligente) del medico abbia provocato l'errore diagnostico sull'esistenza del quale tutti i tecnici interpellati nel corso del procedimento sostanzialmente concordano".

LA MAMMA: DOPO TANTO TEMPO NON SONO STATE FATTE COSE ELEMENTARI. "A quasi due anni dalla morte di Alice l'indagine non ha ancora chiarito gli elementi essenziali del fatto", ha detto Irene Tolomelli, madre della bimba. "Resto stupita - ha proseguito - che ben due consulenti del pubblico ministero abbiano lavorato per sei mesi senza compiere atti elementari come richiedere il protocollo adottato dalla Pediatria di Bentivoglio. Alice non me la restituiranno ma devono darmi giustizia". Il termine delle nuove indagini è fissato in sei mesi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimba morta a 6 mesi dopo visita al PS: il Gip non archivia, proseguono le indagini

BolognaToday è in caricamento