rotate-mobile
Cronaca

Allo "sportello sociale" con la spranga di ferro: minacce e pc distrutto

Casus belli, la mancata assegnazione di una casa popolare che gli era stata negata perché si era dimenticato di presentare la domanda prevista dal bando

Un settantunenne italiano è finito nei guai per minaccia aggravata, danneggiamento e porto abusivo di armi od oggetti atti ad offendere.

E' successo ieri mattina, quando la Centrale Operativa del 112 ha ricevuto la telefonata di un dipendente comunale: l'uomo era stato aggredito da un uomo armato di una spranga di ferro. I Carabinieri, arrivati sul posto, hanno disarmando e identificato l’aggressore.

Disguido all'ufficio postale, lui perde la testa: arrivano i carabinieri

I militari hanno scoperto che il 71enne si era presentato allo “Sportello sociale”, in provincia di Bologna, minacciando i presenti e distruggendo un computer con una spranga di ferro. Casus belli, la mancata assegnazione di un alloggio popolare che gli era stato negato perché si era dimenticato di presentare la domanda prevista dal bando. Quando la situazione è tornata alla normalità, l'aggressore è stato colto da un malore ed è stato trasportato d’urgenza al Pronto Soccorso del Policlinico Sant’Orsola.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allo "sportello sociale" con la spranga di ferro: minacce e pc distrutto

BolognaToday è in caricamento