Cronaca Porto / Via Vittorio Veneto

Clonazione carte credito: pizzicati con 8 tessere duplicate, in arresto

Due nigeriani avevano fatto acquisti, senza badare a spese, in un negozio di telefonia in via Vittorio Veneto. Un incidente li pone all'attenzione dei poliziotti, sorpresi con numerose carte duplicate

Ancora clonatori di carte di credito in azione. Pizzicati mercoledì due nigeriani, nel portafoglio tevevano numerose tessere duplicate, per i due sono scattate le manette.

I cloners sono stati scoperti accidentalmente davanti ad un negozio di alimentari in via Vittorio Veneto, dove si trovavano in compagnia di un gruppetto di connazionali, tra cui il titolare dell’esercizio. Con loro un c'era un bambino, che dopo aver ingerito un oggetto, ha rischiato il soffocamento. Nell'immediato sono giunti in soccorso degli agenti della Squadra Mobile lì nei pressi. Sventato il pericolo per il bimbo, si è scoperto che l'oggetto ingoitato era uno scontrino fiscale, che rivela l’acquisto recente in un negozio di telefonia.

Dopo alcune indagini all’interno del negozio, gli agenti hanno scoperto l'acquisto sospetto di numerosi telefoni cellulari. Così è scattata la perquisizione degli acquirenti, che ha portato al rinvenimento di svariate carte di credito, 8 delle quali risultate clonate. Gli inquirenti stanno attualmente accertando anche la provenienza delle altre; tutte le credit card riportano codici provenienti da carte statunitensi.

I due uomini, regolari sul territorio, sono stati tratti in arresto per possesso ed uso di carte di credito clonate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clonazione carte credito: pizzicati con 8 tessere duplicate, in arresto
BolognaToday è in caricamento